[dumbo] il ministero dell'università questa volta stà dalla parte "nostra" !!

  • From: "Stefano Setti" <ssetti@xxxxxxxxxxxx>
  • To: <dumbo@xxxxxxxxxxxxx>
  • Date: Mon, 2 Apr 2001 07:59:48 +0200

volta stà dalla parte "nostra" !!



      sicuramente un po tutti avete sentito parlare negli ultimi giorni delle 
richieste/minacce che i nostri ingegneroni hanno fatto al consiglio dei 
ministri, il quale per amor di pace (o per amor di voti), ieri ha praticamente 
rinviato l'approvazione in via preliminare della riforma che riguardava 
l'accesso agli albi degli ingegneri N.O., volevo solo comunicarvi che 
stranamente (forse per qualche tornaconto "di prestigio") il ministero 
dell'università questa volta stà dalla parte "nostra" , ....chissà, magari 
questa volta le prepotenze degli "ingegneroni" saranno messe a tacere! 
      leggete sotto l'articolo pubblicato sul corriere della sera 
      ----
      Precisazione del ministero sui nuovi triennii 
      «I nuovi corsi formano laureati, non diplomati» 
      Arriva la definizione di titoli e i percorsi formativi dopo la 
preoccupazione espressa da alcuni ordini professionali 
      ROMA - I nuovi corsi di laurea triennali, previsti dalla riforma, daranno 
il titolo di laureato e non di «tecnico», come vorrebbero gli Ordini 
professionali. Lo precisa il ministero dell'Università. 
      Spiegano al ministero: «In merito alle preoccupazioni e alle proteste di 
alcuni ordini circa la denominazione professionale di coloro che conseguiranno 
le nuove lauree e alla richiesta che essi siano qualificati, per esempio, come 
"tecnici di ingegneria" o, per fare un altro esempio, "tecnici di biologia" si 
precisa che nella tradizione del sistema di istruzione italiano il diploma di 
"tecnico" è stato sempre rilasciato dagli Istituti secondari di istruzione 
tecnica. Ora si è aggiunto anche il nuovo comparto post-secondario 
dell'istruzione e della formazione tecnico-superiore (IFTS), che rilascia a sua 
volta il titolo "tecnico diplomato"». POLEMICHE E PERCORSO FORMATIVO - E 
ancora: «Nella tradizione italiana - prosegue la nota - l'Università rilascia 
lauree, diplomi di specializzazione e di perfezionamento, titoli di dottorato 
di ricerca. C'è quindi una coerenza complessiva dell'intero percorso formativo, 
a cui non giovano confusioni nominalistiche. Della riforma dell'accesso agli 
Ordini professionali si è discusso in ogni sede e con tutti, si sottolinea 
tutti, gli interlocutori interessati. Creare artificiose polemiche non aiuta la 
riforma complessiva dell'Università italiana, riforma capace di dare risposte a 
centinaia di migliaia di giovani e, insieme, di dare risposte alle mutate 
esigenze istituzionali, sociali e produttive dell'Italia del 2000». 

      Fonte -  Corriere della Sera  - 30-3-2001
     


Per (de)iscriversi spedire un messaggio con SOGGETTO
"subscribe" (o "unsubscribe") a mailto:dumbo-request@xxxxxxxxxxxxx  
HomePage/Archivio lista http://www.freelists.org/cgi-bin/list?list_id=dumbo

Other related posts:

  • » [dumbo] il ministero dell'università questa volta stà dalla parte "nostra" !!