[zxspectrum] Re: ZX Spectrum ItaSpeak 1.0 - Demo WAV

  • From: Luca Alimandi <luca.alimandi62@xxxxxxxxxxx>
  • To: zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Fri, 30 Sep 2016 23:11:54 +0200

Il 30/09/2016 09:01, marco_c_2011@xxxxxxxxx (Redacted sender marco_c_2011 for DMARC) ha scritto:

Il "Grillo parlante" probabilmente usava la stessa tecnica delli allofoni che
usi tu mediante l'integrato, ormai famosissimo della GI SPO256AL2.

A titolo di curiosità forse qualcuno ricorda che negli anni 80 esisteva anche
un registratore di cassa SWEDA parlante che adottava lo stesso tipo di
integrato montato su una schedina aggiuntiva con una eprom che presumo
contenesse le frasi da pronunciare (grazie, prego, resto, vari codici di errore
spiegati initaliano, la cifra digitata ecc...) .

Non ebbe molto successo perche' i messaggi vocali anche se molto chiari e
perfettamente comprensibili (anche un po' metallicia) risultavano piuttosto
noiosi alla lunga...

E' vero!... :-D

Anche oggi risultano noiosissime quelle casse automatiche che leggono a voce i prezzi dei prodotti di cui si passa il codice a barre: "Un... Euro... E... Cinquanta... Centesimi... Tre... Euro... E.. Novanta... Nove... Centesimi..."! Eccheppalle! :-( Eppure sono perfettamente intellegibili. Preferisco andare alla cassa con la signorina... Magari è anche carina! ;-)

Altra cosa è invece farsi leggere un testo, un messaggio di errore o di avviso, qualcosa che sia utile sentire anziché dover leggere, magari perché non si è davanti ad un monitor, o perché non ci si può distrarre, come quando si è al volante, per cui il navigatore dà indicazioni utili senza obbligarci a distogliere lo sguardo dalla strada o dagli strumenti di guida... Insomma, come tutte le cose, ci sono gli usi intelligenti e utili e quelli stupidi e inutili...

--

|_ /-\


Other related posts: