[zxspectrum] Re: Sam Coupé ... chi lo usa ancora

  • From: bbk <bbk@xxxxxxx>
  • To: zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Thu, 16 Dec 2004 17:10:08 +0100

Paolo Borzini wrote:

Ciao Gianni,

Il 16/12/2004 1:07:25, bbk Imap <bbk@xxxxxxx> ha scritto:


La realta' e' che il SAM per me e' stato una grossa delusione filosofica, religiosa ed economica:)



Visto che eri il distributore italiano posso immaginare.


Non e' che poi sia una questione prettamente "lavorativa", cambiano i valori,
ma con lo Sprinter la cosa e' uguale.
Filosoficamente mi piaceva pensare che ci fosse ancora una ZX commerciale in giro,
religiosamente mi faceva pensare che la bestiolina nera avrebbe avuto una nuova vita
attraverso il nuovo secolo ed economicamente e' stato un piacere spendere 400 mila lire per comprarlo.
Le aspettative sono state disattese e i soldi li ho buttati (se escludi il puro feticcio, NO, stefano non te lo vendo:)).




Che poi nostalgicamente possa amarne "l'avatar" e' un discorso diverso,


Gia', i soldi e gli affari sono una cosa e l'amore per i "principi" di una filosofia informatica libertaria sono un'altra cosa ;-(
Per la serie il panettiere vuole essere pagato per il pane che ti da'.


Diciamo che girano le balle se si compra un forno che funziona
quasi esclusivamente per la farina integrale se poi la farina integrale smettono
di venderla 2 mesi dopo.:)
Certo, lo puoi usare come forno normale, ma l'hai pagato il doppio proprio perche'
potevi usarci la farina integrale (che esempione:D non so manco com'e' fatto un forno:)).




ma stiamo parlando di una macchina con ENORMI errori tecnico



Illuminami , se non ti dispiace , l'informazione è l'unica cosa che non
mi crea indigestione ;-)


Beh, inizialmente usciva SOLO con il Tape.
Te lo immagini caricare 256K di gioco con i soliti problemi di azimut?:)
Il mouse era una periferica che costava quasi come mezzo Coupe' e quindi poco diffusa,
la conseguenza e' che erano pochissimi i software convertiti per usarlo.
I floppy non standard hanno generato una MAREA di guasti estremamente costosi (un Floppy costava 50 mila,
un floppy SAM quasi 200, di listino).
La gestione particolare(hardware) del floppy portava al danneggiamento praticamente inevitabile di un disco
in caso di caduta di tensione.
(un mio amico programmatore usava un programmino che faceva un mirror del floppy0 sul floppy1 ogni N minuti mentre programmava :)).
Il modulatore dentro l'alimentatore voleva dire avere la sezione video attaccata al TRASFMORATORE (bbrr) e il
segnale video che correva nello stesso cavo (e dentro la stessa schermatura:)) della corrente (bbrr2):D.
L'espandibilita' Hardware datata. Stessa filosofia dello spectrum: interfaccine esterne che si pongono in fila,
eppure qualcuno aveva proposto di costruire un BOX esterno per espansioni simile a quello del TI99. :)
NESSUNA volonta' di montare un disco fisso.
NESSUNA volonta' di rilasciare titolini gratuiti, far pagare SPLAT 49mila e' stato un insulto! (che gioco di merda:)).
e via discorrendo...
Ah, per la cronaca, i depliant, i poster e tutta la documentazione commerciale LA FACEVANO PAGARE anche al
loro IMPORTATORE ESCLUSIVO (trasporto compreso).. mah..






alcune delle persone piu'
ingenue della storia dell'informatica anni 80.



L'informatica moderna (70/80) è nata anche grazie a questa
ingenuita' e purtroppo alcuni sono stati sacrficati sull'altare.


Ma nemmeno per sogno!
SirClive Sinclair sara' un pazzo, ma certo non e' ingenuo, altresi' il signor Sugar e' furbissimo
ed estremamente scafato, poi non e' stato in gradi di reggere l'evoluzione del mercato, ma certo non si puo' definire ingenuo. :)


Forse conosco quella persona ;-))))


Forse:)
Cmq non ero solo io, eravamo un gruppetto di matti, alcuni dopo la delusione hanno proprio abbandonato
l'informatica.




le aspettative si sono scontrate con quella che allora mi sembro'
una supponenza tipica britannica (ad esempio la convinzione che non servisse una traduzione perche' tutti
conoscono o devono conoscere l'inglese).



Gia' , vedi BBC, Acorn, RiscPC eccetera :-(


Non saprei dirti se e' la stessa cosa, in realta' tutti e 3 gli esempi citati sono Acorn,
azienda che ha iniziato ad affondare per i motivi opposti:
ECCESSO di futuro:)
La loro fiducia nel futuro dei NetworkComputer li ha fatti affondare. Coraggiosi:)




Nostalgia per un periodo che non esiste piu'...



... ma che vive nei nostri cuori e nelle nostre menti e sono
queste cose che ci rendono diversi da questo pattume e
piattume informatico dove a parte qualche raro caso di
piattaforme alternative il resto è tutto noiosamente uguale :-(


Le macchine non c'entrano, e' il mercato e quindi la gente ad essere diversa e
questo e' normale.
Il pionierismo e' bello proprio perche' ha come scopo quello di non esserlo piu',
il problema e' la CULTURA che si e' persa.
Non e' che mi auguri un ritorno al medioEvo dell'informatica, ma mi piacerebbe molto che
non lo si dimenticasse.


Ciaps
Gianni


Other related posts: