[zxspectrum] Re: R: Re: R: Re: Spectranet News

  • From: Luca Alimandi <luca.alimandi@xxxxxxxxxx>
  • To: zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Mon, 06 Apr 2015 18:04:21 +0200

Stefano (Redacted sender flydream@xxxxxxxxx for DMARC) ha scritto:

Sicuramente

---- Malantrucco Carlo ha scritto ----


Il giorno 06/apr/2015, alle ore 12:51, "Stefano" <dmarc-noreply@xxxxxxxxxxxxx <mailto:dmarc-noreply@xxxxxxxxxxxxx>> (Redacted sender "flydream@xxxxxxxxx <mailto:flydream@xxxxxxxxx>" for DMARC) ha scritto:

È quello che io intendevo. Hai centrato il problema. Lo zx in Italia è defunto nel 92/94 circa. All estero un po' dopo. Nell est nel 2000 e in Russia nel 2007.

Il che non ci impedisce di continuare a divertirci con lo ZX parlandone, usandolo, emulandolo, programmandolo, riparandolo, sviscerandolo etc. :-)
Condividendo insieme una passione trentennale nata quando eravamo (più o meno) giovani e proseguita ora che non lo siamo (più o meno) più. ;-)

Carlo


Mah, non so, dico la mia, anche se ciascuno può avere un'idea diversa, ovviamente!
Volendo fare un paragone, oggi andare in giro per la città con un calesse potrebbe essere avventuroso, bizzarro, divertente, poetico, romantico, snob, ecologico, trasgressivo, e... chi più ne ha più ne metta, però dubito che qualcuno lo possa trovare "utile".

Non per questo è da considerarsi "da non fare"... Anzi, proprio perchè non paragonabile a quello che si potrebbe fare con altri mezzi moderni e più adeguati ad una città, qualcuno potrebbe desiderare di farlo ancora. Non sarebbe l'utilità a spingerlo, ma una serie di altri significati che di utile avrebbero poco.

Se poi si esce dall'ambito della città, può perfino diventare utile, se non consigliabile (pensiamo ad esempio a come si può attraversare bene un campo o percorrere una stradina di campagna con un calesse, e come invece diventerebbe scomodo e inappropriato farlo con una utilitaria non adatta al fuoristrada...

Insomma il concetto di "utile" può essere relativo all'ambito di riferimento. Giustamente, navigare su Internet con lo ZX oggi sarebbe più una curiosità da spericolati informatici che una vera utilità, ma può avere il suo fascino e solo per chi sa cosa c'è dietro, quali risorse si sta sfruttando fino all'ultimo bit e quali sfide software questo comporta. L'utilità sarebbe l'ultimo dei parametri che un utilizzatore di computer (fosse anche un appassionato di Spectrum) userebbe per decidere di navigare in Internet a 8 bit con uno sfigatissimo Speccy. Eppure, vuoi mettere! ;-)

Inoltre, a pensarci bene, ed estendendo il discorso di Stefano, cercare di rifare con lo Spectrum qualcosa che già esiste per altre piattaforme ben più carrozzate e diffuse non ha un gran senso (se non per il puro gusto del programmatore di poter dire: "Sono riuscito a farlo anche con lo Spectrum!"). Nè credo si possa pretendere che ci siano cose che solo con uno Spectrum si possano fare. Il quibus credo sia nel "modo", e non nel "cosa", ossia dalle cose più banali a quelle più complesse, riuscire a farle con lo Spectrum vuol dire accettare e (si spera) vincere una sorta di sfida, del tipo: "Vediamo se anche con soli 8 bit e una manciata di RAM riesco ad ottenere un risultato simile o almeno paragonabile!"...
Ed è ovvio che la sfida diviene tanto più appassionante quanto più complesso e arduo è l'obiettivo. Ma farlo con uno Spectrum non avrebbe il connotato di qualcosa di "utile", credo, semmai di "spettacolare" o "incredibile"! ...

Ma questo è solo il mio pensiero...

--

|_ /-\


Other related posts: