[zxspectrum] Re: R: Re: R: Re: R: Domanda spero non banale...

  • From: Massimo Raffaele <massimo.raffaele@xxxxxxxxx>
  • To: "zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx" <zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx>
  • Date: Tue, 31 Mar 2015 02:22:51 +0200

Il giorno 31 marzo 2015 02:12, Luca Alimandi <luca.alimandi@xxxxxxxxxx> ha
scritto:

> Ebbene riflettevo su una cosa che avevo già letto ma sulla quale non mi
> ero ancora soffermato, e che mi è sembrata, all'improvviso, di un
> significato enorme: il campo gravitazionale non ha ritardo, ossia si
> trasmette istantaneamente nell'intero universo! Altro che velocità della
> luce! L'attrazione esercitata dal più lontano corpo celeste su di noi, ci
> raggiunge sempre ed immediatamente, senza alcun ritardo! Solo che l'effetto
> che ne percepiamo si affievolisce con la distanza, per cui già il Sole lo
> percepiamo poco (ma non poi tanto poco, se per il suo effetto gli giriamo
> intorno invece di andarcene dritti verso l'infinito), ma già la stella più
> vicina (Proxima Centauri, a "soli" quattro anni luce, un'inezia!) su di noi
> non ha praticamente quasi alcun effetto. Eppure, se lo potessimo misuare, e
> quella stella, per assurdo scomparisse all'imporvviso, il suo effetto
> gravitazionale su di noi sparirebbe nello stesso momento. Invece,
> guardandone la luce, la vedremmo scomparire dalla vista solo dopo 4 anni!
> Non è pazzesco?... Eppure sembra che le cose stiano proprio così!
>

E' pazzesco sì.
Fa parte di quelle cose di cui scrivevamo, che contrastano con le nostre
normali esperienze/osservazioni.

Chissà se in futuro di potrà sfruttare questa istantaneità in qualche
modo...

Max

Other related posts: