[zxspectrum] Re: R: Re: R: Floppies

  • From: Massimo Raffaele <massimo.raffaele@xxxxxxxxx>
  • To: zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Wed, 30 Jul 2014 16:08:19 +0200

>
>  Parliamo di stesso drive che li ha prodotti, quindi MAX usando i suoi
>> 11 drives differenti non ha fatto altro che avvicinarsi sempre più
>> alla superficie con le varie testine fino a sbloccare la situazione.
>>
>
> No, perché il drive ALPS ha letto il dischetto alla prima passata e quindi
> non ha potuto fare niente sulla superficie. Non è credibile che puliva un
> attimo prima di leggere, no? O sì?


Infatti, è questa la cosa che mi lascia perplesso.
A meno che la sola presenza/vicinanza alla superficie magneticadi quella
particolare testina abbia giovato immediatamente e permesso la lettura.
Anzi, non solo la lettura ma l'immediato risveglio laddove gli altri 10
drives non erano riusciti... mah... non so che dì...

Forse davvero devo provare con la pulizia.

Ah, Enrico, per aprire un floppy devi per forza far leva da sopra, al
centro, procedere verso i lati e far "saltare" man mano i vari punti di
incollaggio.
Ovviamente non è una procedura indolore, perché le due parti non sono
semplicemente incastrate ma incollate/termosaldate.
Diciamo che la tengo come ultima possibilità, anche se posso poi incollare
nuovamente le due metà e ottenere (se sono bravo) un disco integro e
praticamente segna segni di apertura. Dopo un po' di pratica ci si riesce.


>
>  Considera che se usi sempre e solo un floppy relativamente nuovo x PC
>> (già testato da me per mesi) non risolvi, in quanto non è allineato
>> come magari un altro in uso in precedenza.
>>
>
> Sì, il non perfetto allineamento delle testine poteva essere una
> spiegazione valida ma non si adatta al risultato di Max.


Esatto, non credo che l'ALPS abbia risvegliato il floppy perché più
allineato. Penso l'abbia risvegliato per altri motivi, forse la maggiore
vicinanza alla superficie (che situazioni strane...). Quindi o è stato lo
sfregamento della testina oppure, come scrive Simone, qualche sorta di
sollecitazione magnetica... mah.

Però, Simone, il fatto che alcuni dischi abbiano tracce che alla prima
passata danno errore e poi - insistendo - si leggono sembra *contraddire*
quanto successo con l'ALPS. In quest'ultimo caso il disco si è letto
subito, dalla prima all'ultima traccia, senza alcun errore... e al contempo
si è risvelgiato dal coma. Ari-mah...


>
>  Se anche "non risvegli" il floppy ma semplicemente lo riformatti da
>> qualsiasi drive sicuramente già è utilizzabile (già testato).
>>
>
> Sì, di questo sono convinto anch'io perché nella maggioranza dei casi il
> problema non è fisico ma magnetico.


Concordo con entrambi


>
>  Parlo dei miei, che hanno la superfice perfetta, non graffiati o
>> sporchi.
>>
>
> Anche quelli di Carlo paiono puliti all'osservazione.


Mandameli!  :-P

>

>
>  Secondo me potrebbe anche essere che alcuni vecchi drive creano tra
>> la testina e la superficie un piccolo campo magnetico o magari
>> toccano inavvertitamente la superficie perché le testine sono
>> posizionate più vicine rispetto ai nuovi e la parte magnetica del
>> floppy si risveglia.
>>
>
> No, se le testine toccassero il dischetto lo rovinerebbero
> irrimediabilmente.


Dici? Quindi il rumore di sfregamento che si sente ad es. nel caso dei
dischi 5.25" non è tra testina e disco ma tra disco e custodia/feltro
interno?

Se è come dici tu, allora il risveglio è stato causato solo da fattori
magnetici, ma come si spiega?
E se lo sfregamento non ha influito, forse non lo farà neanche la pulizia.


>
>  Quello che voglio dimostrare è che ho sempre avuto la certezza che i
>> miei floppy fossero perfettamente integri e Max con le sue prove lo
>> sta ampiamente dimostrando senza ombra di dubbio e sta anche
>> dimostrando che all'85% un floppy che sembra danneggiato in realtà
>> non lo è, almeno dei miei.
>>
>
> Sì, è molto probabile.


Sì, infatti sto ritestando alcuni miei floppies che in passato avevo dato
per morti. Ieri sono riuscito a leggerne 3 correttamente.


>
>  Anche questo "mini campo magnetico" non significa niente, sempre
>>> secondo me.
>>>
>>
>> Sono mie supposizioni Enrico...dalle idee nascono sempre grandi cose
>> ;)
>>
>
> Vero. Ma se si potesse approfondire questa cosa senza introdurre magie
> come "mini campo magnetico" o "risveglio" sarebbe forse più facile
> analizzare il fenomeno. :-)


:-)
Secondo me alcune testine sono maggiormente "cariche" di un campo esoterico
e mesmerizzante, e messe a contatto con dischi "ricettivi" li risvegliano
con la potenza paranormale :-P

Max

Other related posts: