[newsletter-italiana] Newsletter italiana, numero 13 del 2009

  • From: salvatore palma <palmasalvatore@xxxxxxxxxxxxx>
  • To: newsletter-italiana@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Mon, 30 Mar 2009 22:22:54 +0200

Benvenuti alla newsletter della comunità Italiana di Ubuntu! Questo che
leggete è il numero 13 del 2009, riferito alla settimana che va da lunedì 23
a domenica 29 marzo. Per qualsiasi commento, insulto o lode contattaci
attraverso la mailing list (
//www.freelists.org/list/ubuntu-it-promozione ) del gruppo promozione (
http://wiki.ubuntu-it.org/GruppoPromozione ).
Per la versione in linea della newsletter, consultare la seguente pagina (
http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/2009.013)

= Notizie da Ubuntu =

== Termina il supporto a Ubuntu 7.10 ==

Come annunciato (http://www.ubuntu.com/news/ubuntu-7.10-eol ) da Canonical,
a partire dal 18 aprile termineranno i 18 mesi di supporto agli
aggiornamenti di sicurezza per Ubuntu 7.10 «Gutsy Gibbon». E' arrivato il
momento di salutare l'amatissimo Gibbone e aggiornare almeno ad Hardy Heron,
per continuare ad avere un sistema operativo sicuro e con costanti
aggiornamenti.
Le istruzioni per l'update ad Ubuntu 8.04 sono a questo indirizzo (
http://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/AggiornamentoHardy ).

Qui l'annuncio ufficiale (
https://lists.ubuntu.com/archives/ubuntu-security-announce/2009-March/000868.html).

== Nuova partnership di Canonical ==

Dopo l'annuncio (http://blog.canonical.com/?p=122 ) da parte della HP di
offrire la certificazione ad Ubuntu per il server Proliant, un'altra
società  ha annunciato un accordo di partnership con Canonical, la
RightScale Inc. (http://www.rightscale.com/ ), società fondata nel 2006, che
si occupa di fornire soluzioni per la gestione del cloud computing (
http://it.wikipedia.org/wiki/Cloud_computing ). L'accordo in questione
consiste nel fornire un supporto completo per Ubuntu, come parte della
RightScale Cloud Management Platform, piattaforma che da la possibilità di
implementare applicazioni mission-critical con il massimo controllo e
portabilità. Quindi da oggi gli utenti di Ubuntu potranno gestire ed
installare la propria infrastruttura di cloud computing attraverso
RightScale. La piattaforma web-based di gestione della RightScale Cloud avrà
diversi "ServerTemplates" creati proprio per Ubuntu. Questi hanno lo scopo
di facilitare alcune delle più comuni configurazioni server come gli array
di applicazioni web scalabili, griglie o cluster di database. La piattaforma
di gestione della RightScale Cloud è disponibile in diverse edizioni, che
vanno dalla quella libera alla Enterprise Developer Edition. Fino ad oggi,
più di 350.000 server sono stati lanciati sulla questa piattaforma.

Fonte (
http://news.softpedia.com/news/RightScale-Partners-with-Canonical-107378.shtml)

== Nuovo corso Canonical dedicato agli amministratori di sistema ==

Il successo del Programma di Formazione Ubuntu, combinata con la crescente
popolarità di Ubuntu Server Edition, ha consentito a Canonical di annunciare
un nuovo corso che si concentrerà esclusivamente sulla "Distribuzione Ubuntu
in Impresa Ambiente". Il percorso di formazione è stato classificato come
"intermedio-avanzato" e si esplicherà in cinque intense giornate di
aggiornamento. Esso sarà mirato agli amministratori di sistema delle imprese
che lavorano con Ubuntu desktop e server. Specialmente con l'attuale crisi
economica, più aziende (
http://www.01net.it/01NET/HP/0,1254,0_ART_97423,00.html?lw=10000;5 ) sono
alla ricerca sia di un valore aggiunto, sia di un modo per ridurre, anche in
maniera consistente, i costi delle infrastrutture nei loro server.
I partecipanti potranno  così acquisire quelle competenze indispensabili ai
fini dell'implementazione, configurazione e mantenenimento di un "Ubuntu
Server Edition" posto all'interno di una infrastruttura aziendale.
Oltre a ciò, Canonical proverà successivamente una versione online del corso
stesso, che avrà una durata ben maggiore (due settimane), a partire dal
prossimo 4 maggio. I posti, anche se limitati, sono tuttavia ottenibili ad
un prezzo speciale e con una ciliegina sulla torta. Mark Shuttleworth (
http://it.wikipedia.org/wiki/Mark_Shuttleworth ), infatti, farà un
intervento in esclusiva per i partecipanti iscritti all’aula virtuale. Si
può visitare il sito (http://www.ubuntu.com/training ) dedicato al
"Training" per informazioni dettagliate sulla formazione, sull’aula virtuale
e sugli altri obiettivi del corso. La rete Ubuntu Partner (
http://webapps.ubuntu.com/partners/ ) offrirà invece una formazione di base
a partire dal giugno 2009.

Fonte (http://blog.canonical.com/?p=149 )

= Notizie dalla comunità =

== Terzo Ubuntu-it Meeting ==

Sabato 28 Marzo si è svolto a Bologna, il terzo Ubuntu-it Meeting (
http://wiki.ubuntu-it.org/UbuntuItMeeting ). Durante la giornata si è
parlato di nuove iniziative che la comunità potrebbe avviare come un
Translation Party, la realizzazione di case study di aziende Italiane che
hanno adottato con successo Ubuntu nella loro attività e nuove iniziative
del gruppo Promozione. Nel pomeriggio, inoltre, si è svolta una tavola
rotonda anche con la presenza di sviluppatori provenienti da Debian,
componenti di ILS Italian Linux Society e un Fedora Ambassador sul tema
della maggiore collaborazione tra gruppi di promozione del Software Libero e
distribuzioni diverse. La giornata è stata molto proficua e gli intervenuti
si sono dati appuntamento alla prossima Conferenza Italiana sul Software
Libero (http://www.confsl.org/confsl09/ ) che si terrà all'Università di
Bologna nei giorni 12 e 13 Giugno.
Su youtube è disponibile il breve filmato (
http://www.youtube.com/watch?v=BUF7AbwV6EM ) che ha aperto la giornata
lanciando lo slogan del meeting: Facciamo Ubuntu (
http://www.youtube.com/watch?v=BUF7AbwV6EM )!

= Altre notizie =

== Dal mondo ==

=== Uscito il nuovo kernel linux ===

Lo scorso 23 Marzo è stata rilasciata ls versione del kernel 2.6.29, come
annunciato (http://lkml.org/lkml/2009/3/23/449 ) dal suo creatore Linus
Torvalds. Oltre al nuovo logo Tuz (di cui abbiamo già trattato nel
precedente numero (http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/2009.012 )
della Newsletter), sono molte le novità introdotte in questa versione del
kernel. Molto importante è il miglioramento nella gestione delle periferiche
video, grazie al "Kernel Modesetting";  questa nuova funzionalità permetterà
di sfruttare al meglio l'ambiente grafico. Ad oggi, purtroppo, solo i driver
intel utilizzano questa modalità, ma non escludiamo che in futuro anche gli
altri driver la utilizzeranno. È stato anche introdotto il supporto per il
filesystem Btrfs (http://en.wikipedia.org/wiki/Btrfs ), arrivato alla
versione 0.18 e SquashFS (http://it.wikipedia.org/wiki/SquashFS ).
Interessante è anche l'introduzione del supporto allo standard WiMax (
http://it.wikipedia.org/wiki/WiMax ) che potrebbe essere il futuro per
quanto riguarda le connessioni wireless. Per tutti gli altri cambiamenti
trovate, come sempre, tutte le informazioni sul sito KernelNewbies (
http://kernelnewbies.org/Linux_2_6_29 ), mentre  per gli utenti più esperti
ed impazienti di provare l'ultima versione del kernel, consigliamo, oltre
alla lettura del ChangeLog (
http://kernel.org/pub/linux/kernel/v2.6/ChangeLog-2.6.29 ) nel sito
Kernel.org, di scaricare i sorgenti (
http://kernel.org/pub/linux/kernel/v2.6/linux-2.6.29.tar.bz2 ).

Fonte (
http://www.oneopensource.it/24/03/2009/rilasciato-il-kernel-linux-2629/ )

=== Wietse Venema e Creative Commons i vincitori del Free Software Awards
2008 ===

Il 24 marzo scorso, la Free Software Foundation (FSF) ha eletto Wietse
Venema e Creative Commons vincitori del Free Software Awards 2008, premio
annuale assegnato a chi si distingue apertamente nel campo del software
libero. Creative Commons ha ricevuto il premio per i progetti sociali,
mentre Wietse Venema quello riguardante l'avanzamento del software libero. A
presentare la manifestazione il fondatore, nonché presidente della FSF
Richard "RMS" Stallman.  Il vice presidente di CC, Mike Linksvayer, ha
dichiarato: "Questo è un onore incredibile. Dovremmo noi premiare la FSF,
perché senza di loro ciò non sarebbe mai accaduto". Wietse Venema, il
creatore del server di posta Postfix, al momento della premiazione ha detto
di essere orgoglioso che tante persone utilizzino la sua creazione; ha poi
continuato dicendo che il software libero rappresenta una straordinaria
opportunità per individui ed organizzazioni di fornire contributi alla
società. Da parte nostra complimenti ai vincitori!

Fonte (http://www.fsf.org/news/2008_free_software_awards )


=== Dalla Skysoft un software per il controllo del traffico aereo sotto
licenza GNU GPL ===

Skysoft (http://www.skysoft-atm.com/ ), una delle compagnie leader nello
sviluppo di applicativi per il controllo del traffico aereo ha iniziato a
sviluppare un programma, Albatross, che verrà distribuito sotto licenza GPL.
Ancora l'azienda non ha preso una decisione definitiva su quale delle
possibili licenze libere adottare, ma ha invece le idee ben chiare su quali
saranno i vantaggi che l'Open source può portare al settore: i software per
la gestione del traffico aereo, infatti, sono per il momento un mercato di
nichhia che si rivolge principalmente alle grandi compagnie di controllo
nazionale ed internazionale lasciando spesso scoperte le necessità delle
compgnie più piccole regionali e locali; lo sviluppo di un programma Open
Source potrebbe finalmente andare a coprire anche le esigenze di questi
mercati.
Non solo ma, rendendo disponibile un programma Open Source, la compagnia
spera anche di riuscire ad accellare il processo di standardizzazione delle
procedure e dei protocolli utilizzati da tutte le aziende del settore e di
favorire quindi l'utilizzo di standard condivisi.
L'uscita di Albatross è prevista per giugno ed ha già suscitato l'interesse
dell'ente per il controllo del traffico della Germania (Deutsche
Flugsicherung DFS) che si è quindi impegnato a partecipare allo sviluppo di
questo nuovo applicativo.

Fonte (
http://www.osor.eu/news/company-opens-development-airport-traffic-management-software)

== Dallo stivale ==

===  Giornata del Software Libero a Maglie ===

Si è tenuta sabato 28 marzo a Maglie, in provincia di Lecce, una giornata
sul Software Libero, organizzata dal Salug (http://www.salug.it ) e dalla
Associazione Biblioteca di Sarajevo (http://bibliotecadisarajevo.it ).
La giornata è stata realizzata con il patrocinio della Provincia di Lecce e
della Regione Puglia, dimostrando il sempre maggiore interesse anche delle
amministrazioni italiane per il software libero: la giornata infatt, oltre
ai vari interventi informativi, è stata anche l'occasione per presentare al
pubblico la Proposta di legge Regionale sul Software Libero, proposta
presentata da parte dello stesso curatore, il Dott. Giuseppe Pellegrino.
A conclusione della giornata vi è stata anche l'occasione per qualche
piccola dimostrazione sul software libero "in azione" curata dal LUG del
Salento - SaLug (http://www.salug.it/ ).

Fonte (http://salug.it/wiki/index.php/SaLUG! )

=== Quinto meeting del Free Software Siciliano ===

Villarosa, paese in provincia di Enna (Sicilia), ha ospitato per due giorni,
dal 28 al 29 marzo, una manifestazione chiamata "Linux Joint Day". Per chi
non ne avesse mai sentito parlare, il Linux Joint Day è giunto quest'anno
alla sua quinta edizione e, come ogni anno, si è preoccupato di organizzare
dibattiti, seminari o più semplicemente incontri, sull'uso di tecnologie
libere, del free software e dello stato di libertà (o meno) della rete.
Naturalmente i temi trattati quest'anno non si sono fermati ai soli tre da
poco menzionati, ma hanno spaziato sul tema che, in generale, definiamo
"GNU/Linux". La manifestazione è stata aperta oltre che ai vari LUG
siciliani, a tutte le associazioni siciliane interessate ed a qualche
associazione calabrese (come la !VerdeBinario di Cosenza), a tutti i singoli
interessati non appartenenti ai gruppi già citati ma che comunque volevano
avvicinarsi a GNU/Linux o agli appassionati che si erano già avvicinati in
passato e che ora andavano a dare manforte. Numerosa è stata la
partecipazione, a detta dei presenti, nonostante il periodo in cui si è
svolto e le piccole difficoltà incontrate per arrivare al luogo dove si è
tenuto l'evento. Partecipazione che sicuramente aumenterà alla prossima
edizione magari anche grazie ad una più accurata scelta logistica
dell'ubicazione dei locali che dovranno accogliere i "pinguini".

Fonte (
http://catania.linux.it/index.php?option=com_content&task=view&id=31&Itemid=1)

= Rubriche settimanali =

== La discussione della settimana ==

(http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,273771.0.html )

== Le guide della settimana ==

Questa settimana sono state inserite nella nostra documentazione le seguenti
guide:

 * Installazione e utilizzo di Pidgin (
http://wiki.ubuntu-it.org/InternetRete/Messaggistica/Pidgin )

 * Installazione e utilizzo di Osmo (http://wiki.ubuntu-it.org/Ufficio/Osmo)

= Aggiornamenti e statistiche =

== Aggiornamenti di sicurezza ==

Gli annunci di sicurezza si possono trovare anche nell'apposita sezione del
forum: Bacheca degli annunci ufficiali di sicurezza (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php?board=64.0 )

 * USN 743-1:ghostscript, gs-gpl vulnerabilities (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,272334.0.html )
 * USN 744-1:lcms vulnerabilities (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,272335.0.html )
 * USN-745-1Firefox and Xulrunner vulnerabilities (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,273518.0.html )
 * USN 746-1:xine-lib vulnerability (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,273178.0.html )
 * USN 747-1:icu vulnerability (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,273179.0.html )
 * USN-748-1OpenJDK vulnerabilities (
http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,273226.0.html )

== Bug riportati ==

 * Aperti: 49269, +685 rispetto la scorsa settimana;
 * Critici: 22, +5 rispetto la scorsa settimana;
 * Nuovi: 20247, +209 rispetto la scorsa settimana;
 * Non assegnati: 41659, +629 rispetto la scorsa settimana;
 * Tutti i bug segnalati: 263419, +2708 rispetto la scorsa settimana.

È possibile come sempre aiutare a migliore Ubuntu riportando problemi o
malfunzionamenti. Se si desidera collaborare ulteriormente, la Bug Squad (
http://wiki.ubuntu.com/BugSquad ) ha sempre bisogno di una mano.

== Statistiche del gruppo sviluppo ==

Segue la lista dei pacchetti realizzati dalla comunità italiana nell'ultima
settimana:

=== Alessandro Ghersi ===

 * autotrace 0.31.1-13ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/autotrace/0.31.1-13ubuntu1 ),
per jaunty

=== Alessio Treglia ===

 * librtfcomp 1.1-4 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/librtfcomp/1.1-4 ), per jaunty
 * ngrep 1.45.ds2-3 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/ngrep/1.45.ds2-3 ), per jaunty
 * poppler-data 0.2.1-3 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/poppler-data/0.2.1-3 ), per
jaunty
 * aterm 1.0.1-5
(https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/aterm/1.0.1-5), per
jaunty
 * sfftobmp 3.1.2-1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/sfftobmp/3.1.2-1 ), per jaunty
 * xteddy 2.2-1 (https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/xteddy/2.2-1 ),
per jaunty
 * libieee1284 0.2.11-5ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/libieee1284/0.2.11-5ubuntu1 ),
per jaunty
 * sugar-datastore 0.83.2-0ubuntu2 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/sugar-datastore/0.83.2-0ubuntu2),
per jaunty
 * knockd 0.5-3ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/knockd/0.5-3ubuntu1 ), per
jaunty
 * iceweasel-linky 2.7.1-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/iceweasel-linky/2.7.1-1ubuntu1),
per jaunty
 * wzdftpd 0.8.3-6ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/wzdftpd/0.8.3-6ubuntu1 ), per
jaunty
 * sugar-read-activity 63-0ubuntu2 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/sugar-read-activity/63-0ubuntu2),
per jaunty
 * centerim 4.22.7-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/centerim/4.22.7-1ubuntu1 ), per
jaunty
 * kboincspy 0.9.1-6ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/kboincspy/0.9.1-6ubuntu1 ), per
jaunty
 * pybluez 0.16-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/pybluez/0.16-1ubuntu1 ), per
jaunty
 * libopensync-plugin-python 0.22-2build1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/libopensync-plugin-python/0.22-2build1),
per jaunty
 * python-pyglew 0.1.2-3ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/python-pyglew/0.1.2-3ubuntu1 ),
per jaunty
 * python-processing 0.52-2ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/python-processing/0.52-2ubuntu1),
per jaunty
 * python-soaplib 0.0+svn44-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/python-soaplib/0.0+svn44-1ubuntu1),
per jaunty
 * cmus 2.2.0-4ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/cmus/2.2.0-4ubuntu1 ), per
jaunty
 * mhwaveedit 1.4.15-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/mhwaveedit/1.4.15-1ubuntu1 ),
per jaunty

=== Andrea Colangelo ===

 * python-traitsbackendwx 3.0.3-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/python-traitsbackendwx/3.0.3-1ubuntu1),
per jaunty
 * mayavi2 3.1.0-1ubuntu2 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/mayavi2/3.1.0-1ubuntu2 ), per
jaunty
 * python-apptools 3.1.0-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/python-apptools/3.1.0-1ubuntu1),
per jaunty

=== Andrea Gasparini ===

 * gedit-latex-plugin 0.2rc1-1ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/gedit-latex-plugin/0.2rc1-1ubuntu1),
per jaunty

=== Luca Falavigna ===

 * python-4suite 1.0.2-7ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/python-4suite/1.0.2-7ubuntu1 ),
per jaunty

=== Matthew East ===

 * ubuntu-docs 9.04.5 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/ubuntu-docs/9.04.5 ), per jaunty
 * gnome-user-docs 2.26.0+svn20090323ubuntu1 (
https://launchpad.net/ubuntu/jaunty/+source/gnome-user-docs/2.26.0+svn20090323ubuntu1),
per jaunty

Se si vuole contribuire allo sviluppo di Ubuntu correggendo bug, aggiornando
i pacchetti nei repository, ecc... il gruppo sviluppo (
http://wiki.ubuntu-it.org/GruppoSviluppo ) è sempre alla ricerca di nuovi
volontari.

= Commenti e informazioni =

La tua newsletter preferita è scritta con il duro lavoro degli eroici
attivisti (http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/Crediti ). Per
metterti in contatto con loro e quindi con il «Sovrano Ordine dei Cronisti
della Tavola Ovale» della newsletter italiana puoi scrivere alla mailing
list (//www.freelists.org/list/ubuntu-it-promozione ) del gruppo
promozione (http://wiki.ubuntu-it.org/GruppoPromozione ).

=== Licenza adottata: ===

La newsletter italiana di Ubuntu è pubblicata sotto la licenza Creative
Commons Attribution-ShareAlike 3.0 (
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/legalcode ).

= Uscite settimanali =

 * Numero precedente (http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/2009.012)
 * Numero successivo (http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/2009.014)

Per ricevere la newsletter direttamente nella tua email, iscriviti qui (
//www.freelists.org/list/newsletter-italiana ).
Per tutti i numeri usciti della newsletter, consultare la nostra edicola (
http://wiki.ubuntu-it.org/NewsletterItaliana/Archivio ).

Other related posts:

  • » [newsletter-italiana] Newsletter italiana, numero 13 del 2009 - salvatore palma