[medlazio] Re: R: Fwd: Al via la sesta edizione del Global Junior Challenge!

  • From: "maria\.puglisi\@libero\.it" <maria.puglisi@xxxxxxxxx>
  • To: "medlazio" <medlazio@xxxxxxxxxxxxx>
  • Date: Fri, 24 Dec 2010 19:21:36 +0100

AUGURI DI BUONE FESTE A TUTTI GLI AMICI DEL MED.
MARIA




> Tanti cari auguri di Buon Natale e felice Anno nuovo 2011. Che il MED-Lazio 
> realizzi tante cose belle!! Don Roberto
>
> ________________________________
> Da: medlazio-bounce@xxxxxxxxxxxxx [mailto:medlazio-bounce@xxxxxxxxxxxxx] Per 
> conto di Lazio MED
> Inviato: lunedì 20 dicembre 2010 12.38
> A: medlazio@xxxxxxxxxxxxx
> Oggetto: [medlazio] Fwd: Al via la sesta edizione del Global Junior Challenge!
>
> Carissimi,
> vi segnalo un concorso internazionale che si svolge a Roma al quale vi 
> potrebbe interessare partecipare.
>
> AUGURI DI BUON NATALE A TUTTI!!!
>
> Ana Lain
> ---------- Messaggio inoltrato ----------
> Da: <f.delduca@xxxxxxxxxxxxxxxxx<mailto:f.delduca@xxxxxxxxxxxxxxxxx>>
> Date: 17 dicembre 2010 16:32
> Oggetto: Al via la sesta edizione del Global Junior Challenge!
> A: med.segreterialazio@xxxxxxxxx<mailto:med.segreterialazio@xxxxxxxxx>
>
> GLOBAL JUNIOR CHALLENGE 2011 - ROMA
> PER RIDURRE LE DISUGUAGLIANZE NEL MONDO CON LA TECNOLOGIA, LA CREATIVITA' E 
> L'INNOVAZIONE SOCIALE
>  con il premio speciale del Presidente della Repubblica destinato ai progetti 
> più innovativi delle scuole italiane
>  Ripartono le iscrizioni al Global Junior Challenge, il concorso 
> internazionale che premia l'uso innovativo delle tecnologie nel campo della 
> formazione, della solidarietà e della cooperazione interculturale.
> Promosso dal Comune di Roma, il Concorso è organizzato ogni due anni dalla 
> Fondazione Mondo Digitale sotto l'Alto Patronato del Presidente della 
> Repubblica Italiana.
> Si tratta di un?occasione unica per riflettere sull?importanza delle sfide 
> poste dall'educazione per il 21° secolo e sul ruolo delle tecnologie per 
> l'innovazione didattica, l'integrazione sociale, lo sviluppo e l'abbattimento 
> della povertà nel mondo. Il concorso è aperto a scuole e università, 
> istituzioni pubbliche e private, cooperative e associazioni culturali, 
> imprese, privati cittadini.
> I progetti concorrono suddivisi in categorie, secondo l'età dei destinatari: 
> fino a 10 anni, fino a 15 anni, fino a 18 anni, fino a 29 anni.
> Delle tre categorie speciali, la seconda e la terza sono una novità 
> dell'edizione 2011:
> - ICT per l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro
> - ICT per l'integrazione degli immigrati e dei rifugiati in collaborazione 
> con United Nations Alliance of Civilizations (UNAOC)
> - ICT per lo sviluppo sostenibile dell'ambiente in partnership con 
> Legambiente.
> Altra novità del 2011 è il premio "ICT per la partecipazione sociale dei 
> giovani", ideato in collaborazione con United Nations Alliance of 
> Civilizations per valorizzare  i progetti, realizzati dalle nuove 
> generazioni, che producono un reale cambiamento sociale.
> Il termine ultimo per la presentazione dei progetti è il 30 giugno 2011.
> All'indirizzo 
> www.gjc.it/2011/progetti<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
>  è possibile iscriversi on line o scaricare il modulo da compilare e inviare 
> per posta.
> Una giuria internazionale seleziona i progetti finalisti e proclama i 
> vincitori. L'appuntamento per la premiazione è in Campidoglio nell'ottobre 
> del 2011.
>  Contatti
> Responsabile del progetto: Silvia Celani, tel. 06 42014109, 
> s.celani@xxxxxxxxxxxxxxxxx<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
> Coordinamento scuole: Francesca Del Duca, tel. 06 42014109, 
> f.delduca@xxxxxxxxxxxxxxxxx<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
> Ufficio stampa: Elisa Amorelli, tel. 06 42014109, cell. 338 3043021, 
> e.amorelli@xxxxxxxxxxxxxxxxx<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
>  Riferimenti web
> www.gjc.it<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
>  - Il sito del concorso Global Junior Challenge, con una rassegna delle 
> precedenti edizioni (immagini, video, discorsi ecc.), le informazioni per 
> partecipare all'edizione 2011, la banca dati di tutti i progetti registrati 
> ad oggi ecc.
>
> www.mondodigitale.org<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
>  - Il sito della Fondazione Mondo Digitale, organizzazione senza scopo di 
> lucro guidata, dalla sua nascita nel 2001, come Consorzio Gioventù Digitale, 
> dal professore Tullio De Mauro. Prima "piattaforma digitale" di 
> collaborazione tra pubblico e privato, la FMD conta tra i soci (fondatori e 
> successivi) il Comune di Roma, la Regione Lazio e sette aziende leader nel 
> settore ICT: Acea, Elea, Engineering, eWorks, Intel Corporation, Unisys e 
> Wind Telecomunicazioni. Ha come missione principale la costruzione di una 
> società della conoscenza inclusiva, coniugando innovazione, educazione e 
> valori fondamentali. Promuove l'alfabetizzazione digitale della popolazione, 
> con attenzione particolare alle categorie a rischio di esclusione sociale e 
> digitale (anziani, immigrati ecc.).
>
> www.e-inclusionsite.org<http://view.php?popup_view=1&index=23&mailbox=INBOX&actionID=view_attach&id=1.2&mimecache=65c07b3c3f86114b8cbf689de443619e>
>  - Lo scopo del Global Inclusion Movement è la costruzione di una società 
> dell'informazione per tutti attraverso l'abbattimento del digital divide e la 
> realizzazione dell'obiettivo del Millennium Summit delle Nazioni Unite di 
> dimezzare il tasso di povertà nel mondo entro il 2015. Con il meccanismo del 
> clicking è possibile sostenere i progetti che partecipano al Global Junior 
> Challenge provenienti da aree povere del mondo.
>
>
>
> ----------------------------------------------------------------
> This message was sent using IMP, the Internet Messaging Program.
>
>


Other related posts: