[Lugge] Re: nuovo iscritto e linux...lunga storia... :-)

  • From: "Giorgio Andreoletti" <giorgio.andreoletti@xxxxxxxxxxxxxx>
  • To: <lugge@xxxxxxxxxxxxx>
  • Date: Sun, 3 Feb 2002 14:32:26 +0100

<premessa>
qui sono dolori ... sono appena entrato e già mi sono imbarcato in una
discussione che mi porterà a farmi odiare .... :-))) possiamo convenire che
entrambi riteniamo di avere buone motivazioni per avvallare la propria
ipotesi ? diciamo che scegliamo il patteggiamento invece dell'aula di
tribunale, che ne dici ?
</premessa>

> Intanto perchè la gestione delle dipendenze è una cosa sacrosanta in
> un ambiente un po' anarchico (se mi passi il termine, pleaze).
beh dai, anarchico ma pacifico ... non anarchico e inkasinato come
vorrebbero farti credere M$ e amici vari ... ok, magari qualche volta Alan e
Linus si saranno fatti il malocchio, ma poi hanno sempre fatto pace ! :-)

> Affinchè l'installazione a pacchetti TGZ su Slackware funzioni occorre
> che chi fa i pacchetti passi un sacco di tempo a pensare come
> dividerli... altrimenti dovresti installarne molto di più del necessario.
intendi i pacchetti tgz che la slack distribuisce come 'rivali' degli rpm, o
proprio i sorgenti .tgz messi a disposizione dallo sviluppatore di un certo
applicativo ? Personalmente non uso i primi, ma preferisco scaricare il
sorgente così come viene distribuito da chi l'ha codato e installare quello
.... cosa che magari mi porta a picchiarmi un pochino di +, ma almeno ho (o
mi illudo di avere) la certezza di avere tutto sotto controllo ... sarà
dovuto alle troppe capocciate date contro il monitor per fare andare m$
winzozzo, ma mi piace fare le cose nel modo + 'crudo' possibile....

> Con gli RPM diaciamo che spesso ti invitano ad installarne più del
> necessario... certo che se cominci a usare --nodeps --force allora tanto
> valeva usare TGZ
Per mia ignoranza, non sempre riesco ad avere la meglio sui pacchetti RPM
quando si inkasinano le dipendenze ... almeno partendo dai sorgenti mi
sembra di avere cmq il controllo totale dell'installazione, senza aver
demandato una parte delle decisioni a chi ha impacchettatto l' rpm ...

>   Infine dare un rpm da un TGZ significa scrivere un .spec che come puoi

> immaginare è un semplice testo dalla semplice sintassi con semplici
> istruzioni.
ok, ma negli RPM che scarichi è un'altro che ha deciso dove il pacchetto
vada a scompattarsi e ad installarsi ... non mi piace l'idea di fondo ...

> >>Se l'RPM non fosse migliore del TGZ non credo che avrebbe avuto mai
> >>nessuna diffusione
beh, la diffusione di un oggetto non è sempre legata al fatto che sia meglio
di altri: la diffusione di linux nei desktop è sicuramente legata alle
semplificazioni introdotte dai pakages rpm, ma non per questo puoi dire che
rpm è meglio di tgz ... allora windows sarebbe meglio di linux solo perchè è
+ diffuso ? (azz... mi viene l'ulcera solo a pensarlo !!! :-)

> > è migliore perchè permette all'utente babbo di non dover sapere nulla di
> > compilazione etc...
>   Dipende, sicuramente permette all'utente babbo di installare un
> programma ma l'utente babbo non andrà mai oltre... e poi l'utente babbo
> odia la riga di testo.
infatti ci sono diversi rpm manager sia per KDE che GNOME, che per altri WM

>   Se invece vuoi compilare un rpm allora DEVI conoscere almeno le basi
> della compilazione e dei permessi... altrimenti non fai proprio un bel
> niente (come è ovvio che sia, se non hai installato GCC o make o
> autoconf o costruito l'albero /usr/src/RPMS puoi anche provare a fare
> rpm --rebuild ma puoi indovinare come finisce)
immagino ... ma non l'ho mai provato di persona ... sai quando non ti piace
una cosa senza averla mai assaggiata ? magari ti da solo fastidio l'odore, e
anche se avesse un gusto fantastico non l'assaggeresti mai .....

> > non sono d'accordo... con 500MBytes di disco metto su delle slack con
> > installato di tutto che girano con meno RAM dell'equivalente mdk (che
> > richiederebbe anche più disco)
>   Meno disco può darsi... mentre la RAM è sempre quella a parità di
> processi, il fatto che un binario sia 'delivered' in TGZ o in RPM non
> può modificarne la necessità di risorse.
no, non può. Ma la differenza tra quello che ti installa una slack e quello
che ti mette su una MDK (entrambe in installazione minima) la vedi
immediatamente facendo un 'top'. Ritorno alla mia idea che preferisco
partire da una installazione molto 'rozza' e poi lavorarci sopra che partire
da una 'smerdata' (passami il francesismo!) da un sakko di applicativi che
devo levare per evitare di mettere online un colabrodo, e per i quali la
deinstallazione non è sempre così 'flawless' ...

>   Poi TUTTO cosa vuol dire?
ok, sono stato vago ... qualche mese fa ho messo su una slack 8 (era appena
uscita), installazione minima, reiserfs + 2.4.x, poi ho aggiunto qmail,
apache, vmailmgr, tcpserver, supervise e qualche scriptino fatto in casa. Ne
ho fatto un pacchettone tgz e me la sono masterizzata. Da allora, ogni mese,
mi prendo un paio di gg per aggiornare il tutto e rimasterizzare l'ottenuto.
Così quando devo fare una installazione, parto già con un sistema plug&play,
a cui fare poi le dovute personalizzazioni. In più mi sono fatto un po' di
script per installare alcuni sw, tipo squid, webalizer, zope, pgsql, mysql,
omail-admin, e altri, in modo che se devo aggiungere delle features ci metto
davvero poco. Ecco, una slack bella pienozza con tutto questo ben di dio e
una mdk che ti da già parecchie di queste cose installate girano a regimi
ben diversi, in termini di utilizzo CPU e RAM, per il fatto che sulla slack
non ho processi inutili e tutto è ottimizzato a dovere (es. php compilato
statico, supporto mysql compilato con i moduli di mysql e non di php,
etc....).... facendo due conti, riesco ad ottenere un risultato migliore
partendo da una slack che da una mdk, almeno a parità di tempo.

>   Ma se cominci ad istallare solo la base e 2/3 servizi allora vedi che
> stai MOLTO leggero e tranquillamente sotto il 1/2 giga (prova per
credere).
forse sulle ultime mdk ... l'ultima che ho provato credo fosse la 7, e
proprio non sono riuscito ad immaginarmela su di un server ... ormai sono su
slack, e non ne sono affatto pentito ... e poi aggiungi anche un fatto più
di immagine: la slack è, credo, la release di linux + vicina al mondo *BSD,
e questo mi da una punta di soddisfazione in più.

> > ok, ma aggiorna con i sorgenti un pacchetto installato con gli rpm ....
> > auguri !
>   rpm -e nomepacchetto
>   tar xvzf nomepacchetto
[snip...]
ok ok , come non detto :-)
ammetto che la mia possa essere una presa di posizione dovuta a scarsa
conoscenza del mondo rpm, lacuna che cmq non sento la necessità di colmare
....

>   Io preferisco le bionde, e allora?
>   Forse perchè le more le ho già "colaudate"?
io DEVO preferire le bionde, sennò avrei passato gli ultimi 8 anni con la
persona sbagliata !!! :-)

>   Vero è questione di "filosofia", a me non va di sprecare tempo specie
> quando un HD non lo pago io e cosa più importante il tempo impiegato
> sarebbe costato più dell'HD.
se segui la mia pratica di tenerti un CD con tutto aggiornato, hai un
sistema competamente customizzato da te (che cmq è una soddisfazione
portarselo dietro e installarlo) che ti prende molto meno tempo per le
singole installazioni sui PC (decompattare un solo tgz di anche 700MB è +
veloce che decompattarne 500)

> Al Galilei abbiamo rimesso in piedi dei 486... pensi che ne valesse la
> pena? Era una sfida e come tale l'abbiamo affrontata... però quando si
> tratta di lavorare mi pare che bisogna essere molto più pratici.
ok dai, ti invio via mai la mia jh-slack-0.8.tgz (sono un po' mitomane, lo
so:-)
dici che se posto 600MB sulla lista qualcuno si inkakkia ??? :-)))

>   Se pensi che qualcuno arriva ad usare NT server... non penso che la
> MDK corporate sia poi quel grande sfregio!
ah beh, se la metti così... di certo meglio linux !

>   CMQ anche Matteo e Elrond sono fanatici della Slack.
almeno non sono solo in questo thread ! :-)

ciao
Giorgio

<========----------
 Prima di scrivere in m-list per favore leggi il regolamento
 http://lugge.ziobudda.net/benvenuto.html



Other related posts: