[Lugge] Re: User Friendly?!

  • From: Rodolfo Carolei <lotharx@xxxxxxxxxxx>
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Wed, 1 Oct 2003 12:27:00 +0000

Alle 09:36, martedì 30 settembre 2003, hai scritto:
> |> Ciao,
> |> <VERBOSE>
> |> è un pò di tempo che mi prude e adesso ho deciso di grattarmi: (deja
> |> vu?) Morale della storiella: slack non sarà user-friendly come mdk
> |> però...
>
>  Quindi bastava scrivere un manualetto verboso (3 righe: usa FB nel lilo,
> deccomenta una riga se non te la trova lui) ma necessario per poterla usare
> come base software user-friendly.
>
La ridondanza fa parte della mia natura e la mia modestissima esperienza di 
insegnante mi ha convinto del fatto che 'repetita juvant'. Comunque il setup 
del lilo di slack, come tu sai benissimo, abilita l'FB di default a 
1024x768x256 (ma non sempre l'HW lo supporta) senza bisogno di editare 
alcunchè, quindi...
>
> |>E a proposito di user-friendly, qualcuno ha installato, anche
> |> recentemente,
>
> una qualunque deb o peggio (qui siamo all'estero) una qualunque distro di
> BSD (magari OpenBSD)? Avete presente lo skill medio di un 'user' attuale?
> Se andiamo avanti così ho paura che ci ritroviamo come con windoze.
>
>  Questo e` un segnale positivo che indica che linux sta diventando un
> fenomeno di massa.
>
Io credo che per diventare un fenomeno di massa si debba pagare qualcosa e temo 
che non si tratti di sacrificare semplici dettagli.
>
>  Anch'io avevo un prurito da un po' di tempo e visto che te lo sei tolto tu
> me lo tolgo anch'io.
>  Il fatto che me lo tolga in risposta al tuo mail ha come unica relazione
> di causa-effetto quella che ho sopra citata e nessun altra.
>
> <sgrat, sgrat>
>  Certo che con tutti questi utenti alle prime armi chissa` quanti soldi
> faranno quelli che si improvviseranno sistemisti per vendersi come esperti
> alla gente comune... con la difficolta` di trovare lavori ben retribuiti in
> liguria poi... saranno di certo molto felici!
>
Tu sei un 'duro e puro': anche qui si deve campare! Cmq: pensi seriamente che 
in Liguria ci sia qualcuno disposto a pagare x qualcosa che può avere gratis? 
Magari! Personalmente, il lavoro che ho fatto in Liguria con linuz, (e ne ho 
fatto parecchio) l'ho sempre fatto gratis (e non temo smentite). Allora: o io 
sono uno scemo (lo sospetto anch'io), oppure sono un'idealista (id est=scemo). 
Lo spirito che anima l'OS è volontariato allo stato puro (in Liguria, 
purtroppo, è difficile capirlo), ma un conto è vivere in Italia ed un altro e' 
vivere negli USA, che è il paese che ha inventato il modello: il nostro 
concetto di morale è molto diverso da quello degli americani (e mondo 
civilizzato). Qui si approfitta oltremodo di ogni tipo di volontariato (vedi 
servizio civile ecc..) per avere un lavoro svolto a costo zero (un signore con 
la barba lo chiamava sfruttamento); l'Italia è <l'unico> paese europeo che non 
prevede un'assistenza economica a chi non lavora ... e poi si vuole dare 
lezioni di civiltà al resto del mondo. Genova, in particolare, ha una 
percentuale di disoccupazione, giovanile, e non, paragonabile solo al meridione 
d'Italia Non bisogna stupirsi se qualcuno si 'arrangia', certo, non è 
eticamente corretto però... basta che non facciano i chirurghi.
>
>  Paradossalmente fare corsi avanzati di linux infastidisce coloro che hanno
> passato di poco il livello newbie... per i quali l'accesso a corsi
> specifici rappresenta piu` una creazione di concorrenza che un`opportunita`
> di crescita. Sai era un po' che ci riflettevo perche` qui al lugge ci sono
> solo esperti con anni di lavoro alle spalle e utenti alle prime armi...
> Mancano gli "utenti di mezzo" ed ho anche l'impressione di sapere dove sono
> e cosa stanno facendo: parlano di KDE e di linux gratis!
>  ;-)
>
A maggior ragione si devono fare corsi avanzati! (o avanzanti). Vedi anche 
questo è un retaggio della 'filosofia' windoze: chi può vantare almeno un anno 
di esperienza si sente già un guru e quello che conta e' sapere gestire le 
'finestre'; se per qualche motivo la distro non si avvia in modalità grafica si 
formatta tutto.
>
>  Temo che ci dovremo abituare a questo andamento "lento" in fondo
> aspettarsi che l'avvento di linux alle masse portasse una maggiore
> consapevolezza della cultura informatica era come pretendere che l'avvento
> delle utilitarie avesse portato una maggiore consapevolezza della meccanica
> automobilistica. In un certo senso... sono aumentati coloro che
> diagnosticano, trovano il guasto e sostituiscono il ricambio, cioe` i
> meccanici... ovviamente non hanno nulla a che fare con i "meccanici
> antichi" i quali forgiavano aste e bilancieri nuovi per sostituire quelli
> rotti!.
>  Non credo che oggi qualcuno senta la nostalgia delle aste/bilancieri...
> nemmeno i collezionisti, anzi per quest' ultimi meno ce ne sono e piu` di
> valore sono quelli che possiedono!
>
Coinsidera sempre che un conto e' incrementare la diffusione, un altro è 
massificare: vogliamo proprio questo? Per il resto concordo assolutamente.
>
>   Insomma da qualunque parte la guardi la strada e' solo una... solo che il
> divertimento e` percorrerla anzitempo (avanti gli altri):
>
>  quando imperava windows98 - provare ad usare linux,
>  quando si parlava di linux - usare linux
>  quando pochi eletti usavano linux - provare a diffondere linux
>  quando linux si diffonde - insegnare ad usare "meglio" linux
>
>  io credo che sia ora di insegnare ad usare "meglio" linux... visto che
> ormai linux non ha piu` bisogno di una forza "interna" per diffondersi ma
> quelle "esterne" sono gia` piu` che sufficienti.
>
Finalmente hai messo a nudo la tua natura elitaria ed egocentrica! Comunque è 
quello che penso anch'io (che ho qualcosa da insegnare e molto da imparare).
>
>  Piuttosto chi era tu o Stefano quello che diceva che per lui linux sarebbe
> rimasto un fenomeno di nicchia? Se eri tu... accidenti che cambio a 180
> gradi di pensiero!
>
>  :-P
>
> </sgrat, sgrat>
>
Io mi trovo spesso d'accordo con le opinioni di Stefano che, non so se l'hai 
notato, sono spesso geniali, ma qualche volta noto qualche ingenuità giovanile 
(me ne intendo perchè ho passato gli anta).
Io (personalmente) sono più per la diffusione del pensiero che sta dietro a 
Linux che a L. stesso, e non ho mai considerato seriamente la 'world domination 
last'. Mi spiego meglio: io credo che linux (e UNIX in generale) siano 
strumenti mooolto più avanzati rispetto allo skill medio dell' user [di qui il 
'-friendly'] attuale; se lo si vuole diffondere a tutti i costi, penso che le 
strade siano due:
1)  rendere il SO più semplice.
2) aumentare l'istruzione dell'utente.
L'evoluzione (chiamiamola così) di windoze dalla 1.0 a XP dimostra che se si 
sceglie la prima strada non si torna più indietro (vedi scomparsa del pur 
misero DOS). L'evoluzione (questa si') di Mac, invece, dimostra che se scegli 
la seconda ti fotti i clienti, i quali, una cosa come il DOS non ce l'avevano 
neanche prima, figurati un intero BSD! 
Ergo: user=cliente >' il cliente ha sempre ragione' e via di questo passo.
Vogliamo questo? Non credo di essere un reazionario, ne' di arroccarmi su 
posizioni di comodo per mostrare una presupposta superiorita', ma gradirei che 
almeno lo spirito da cui L è scaturito rimanesse intatto. Non so se ti capita, 
qualche volta, di vedere i quiz televisivi della sera e se questo ti suggerisce 
qualche riflessione.
> --
> Roberto A. Foglietta
> mailto:robang@xxxxxxxxx
> http://digilander.iol.it/robang
> http://www.lugge.net
>
Ciao.

parapaponzi <parapaponzi@xxxxxxxxx>
®)?v+®+Þ­è§?X¬¶?«}«è­é^?¢?· ¢V¦z{h?Ûiÿü0Â[ ?éÞ·û(r/â?×±¦e?y&jx?zËh·!?ø¨uéeyé??Zh²Ö­z)å?ËZ?Ûiÿü0ÁúÞzX¬¶Ê+?ö«r¯zÏåºüÊ?ø?i×¥?§¢éí²éejX¬µ¢Ôg¡¶Úÿ
0?è zw­þÊ?ø§uìi??b?I??'Þ²Ú!¶ib²

Other related posts: