[Lugge] Re: Traduzione 'Programming Ruby' - 2002.08.08

  • From: claudia <monsviridinus@xxxxxx>
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: 28 Aug 2002 11:32:27 +0200

Ciao, 
abbiamo letto la traduzione della prefazione del manuale di Ruby e ci
siamo permessi di inviare una nostra versione . 
vedi cosa te ne sembra. 
ciao 
claudia(monsviridinus@xxxxxx) 
dario (viadana@xxxxxxxxx) 

L'uomo è portato a creare; io so d'amare davvero creare, e dal momento che non 
sono un buon pittore, disegnatore o compositore, scrivo software.
Poco dopo essermi avvicinato ai computers, mi interessai ai linguaggi di 
programmazione. Ero convinto che si potesse ottenere un linguaggio di 
programmazione ideale, e volevo esserne il progettista. In seguito, con un pò 
di esperienza, mi resi conto che questo ideale, universale linguaggio era più 
difficile da ottenere di quanto avessi pensato, ma continuavo a sperare di 
riuscire a realizzare un linguaggio che soddisfacesse la maggior parte delle 
mie esigenze quotidiane. Questo era il mio sogno di studente.
Anni dopo discussi con dei colleghi dei linguaggi di scripting e delle loro 
potenzialità; come sostenitore della programmazione orientata agli oggetti da 
più di quindici anni, mi sembrava che questo approccio fosse molto adatto anche 
per lo scripting. Feci qualche ricerca in rete per un pò, ma i canditati che 
trovai, Perl e Python, non erano esattamente ciò che stavo cercando. Volevo un 
linguaggio più potente del Perl e più orientato agli oggetti del Python.
Allora, mi tornò in mente il mio vecchio sogno, e presi la decisione di 
realizzare un mio linguaggio.
All'inizio mi limitai a giocherellarci mentre ero al lavoro, ma con il passare 
del tempo, diventò uno strumento sufficiente a sostituire il Perl. Lo chiamai 
Ruby - dal nome della pietra preziosa - e lo resi pubblico nel 1995.
Da allora molte persone si sono interessate a Ruby: che ci crediate o no, al 
momento Ruby è decisamente più popolare di Python, in Giappone.  Spero che alla 
fine possa essere accolto allo stesso modo in tutto il mondo.
Credo che lo scopo della vita sia, almeno in parte, la felicità. Basandosi su 
questa convinzione, Ruby è progettato per rendere la programmazione non solo 
semplice, ma anche divertente: permette di concentrarsi sul lato creativo della 
programmazione, con meno fatica. Se non mi credete, leggete questo libro e 
provate Ruby. Sono sicuro che lo scopriterete da soli.
Sono molto riconoscente alle persone che si sono unite alla comunità di Ruby; 
mi hanno aiutato molto. Mi sembra quasi che Ruby sia uno dei miei figli, ed 
effettivamente è il risultato degli sforzi congiunti di molte persone. Senza il 
loro aiuto non sarebbe mai diventato ciò che è. Sono particolarmente grato agli 
autori di questo libro, DaveThomas and Andy Hunt; Ruby non è mai stato un 
linguaggio ben documentato: dal momento che ho sempre preferito programmare 
piuttosto che scrivere della documentazione, i manuali di Ruby tendono a essere 
meno approfonditi di quello che dovrebbero.  Bisogna leggere il codice per 
comprendere l'esatto comportamento del linguaggio ma adesso Dave e Andy si sono 
accollati questo lavoro per voi.
Si interessarono ad un poco noto linguaggio nato in estremo oriente. fecero 
delle ricerche, lessero migliaia di righe di codice, scrissero innumerevoli 
test di script ed email, chiarirono l'ambiguo comportamento del linguaggio, 
trovarono bugs (e ne corressero alcuni), e alla fine scrissero questo grande 
libro. Ora Ruby è senza dubbio ben documentato!
Il loro lavoro su questo libro non è stato banale. Mentre lo scrivevano, io 
modificavo il linguaggio stesso, ma abbiamo lavorato insieme agli aggiornamenti 
e quindi il libro è il più preciso possibile.
Spero che sia Ruby che questo libro serviranno a rendere la vostra 
programmazione facile e piacevole. Buon divertimento!

Other related posts: