[Lugge] Re: R: aggiornamento kernel in remoto

  • From: Giorgio Andreoletti <giorgio.andreoletti@xxxxxxxxxxxxxx>
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Mon, 10 Jan 2005 11:35:22 +0100


Potrei dirti, io ce l'ho ma te lo dico solo se mi pubblichi come fotografo
genovese emergente nel tuo sito, però non lo farò :D


"mio sito" ... non esageriamo ! dico "miei servers" impropriamente, visto che fisicamente non sono miei (anche se nessun'altro può metterci le mani), ma sulla redazione di mentelocale non ho alcun potere... cmq se hai delle foto che vorresti vedere su mentelocale.it, puoi provare a contattare la redazione a info@xxxxxxxxxxxxxx

Ti faccio una domanda perchè non ho capito bene la situazione, il system
down di una macchina è critico perchè ti cadono dei servizi diversi o per il
traffico che va sulle altre due ? ( A parte per il viaggio che ti devi
fare.... ) Pura curiosità ;)


è critico perchè solo 1 dei 3 server ha caratteristiche HW di tutto rispetto, ed è lui a smazzarsi il grosso del lavoro. Posso temporaneamente far svolgere le sue mansioni agli altri 2, ma questo non mi salverebbe comunque dal fare un viaggio a milano...

A parte la soluzione da te citata, che corrisponde alle cosidette soluzioni
da manuale del sysadmin enterprise, ovvero avere un ambiente di sviluppo
"pari" all'ambiente di deployment anche per ovvie ragioni di security, su
queste ultime di solito gli ambienti di sviluppo non si mettono, direi che
ci sono alternative valide.


è proprio a queste alternative che stavo cercando di arrivare

Un'idea potrebbe essere quella di avere + kernel di boot, ovvero salvare il
vecchio per poterlo poi far ripartire magari con lilo -r label.
Ovvero avvia il nuovo kernel una sola volta, al primo reboot.
L'unico problema è cosa succede se si inchioda il kernel?
C'è un omino a milano che pigia un bottone e rebootta la macchina,

come dicevo al buon RAF, è già qualcosa ma non abbastanza

oppure
usi hardware dedicato.
Un esempio? http://www.berkprod.com


rifacendomi anche a quanto ho già detto a roberto, le watchdog mi sembrano quello che mi serve... oltre ad un sacchetto di calce per rifare l'intonaco del muro che ho preso a testate per essere stato così superficiale da non essermi chiesto che cavolo fossero quelle "watchdog card" che vedevo ogni volta nel kernel :-)

devo solo capire se i server sono dotati di watchdog, se sono attive nel bios, e mi farò quello che (forse) sarà il mio ultimo viaggio a milano per configurarle ...

grazie per la risposta
Giorgio


-- ============================== Giorgio Andreoletti - mentelocale S.r.l. responsabile hardware e networking responsabile sviluppo web www.mentelocale.it - www.happyticket.it giorgio.andreoletti@xxxxxxxxxxxxxx ==============================



--
No virus found in this outgoing message.
Checked by AVG Anti-Virus.
Version: 7.0.300 / Virus Database: 265.6.9 - Release Date: 06/01/2005

========----------

Archivio delle e-mail postate in lista http://www.freelists.org/archives/lugge/

Prima di scrivere in m-list per favore leggi il regolamento http://www.lugge.net/index.php?mod=cosa_facciamo/gruppo_di_discussione
Modifica dell'account sulla lista LUGGe http://www.lugge.net/index.php?mod=cosa_facciamo/gruppo_di_discussione#list



Other related posts: