[Lugge] R: Re: [xxx@disi.unige.it: software Microsoft: reagire?]

  • From: "Steko degli Spots" <stekospot@xxxxxxxxx>
  • To: <lugge@xxxxxxxxxxxxx>
  • Date: Sat, 13 Apr 2002 17:33:05 +0200

vorrei cercare di dire la mia sull'argomento senza rispondere a nessuno in
particolare, ma a tutti!

nella scuola il software libero è _poco_ diffuso. che scoperta...
perché?
perché i prof si trovano sulle macchine già installato software
proprietario; perché ogni volta che bisogna fare qualcosa su una macchina ci
vuole il permesso del consiglio di istituto come minimo, perché un prodotto
con licenza GPL può anche (talvolta) installarsi senza avere una fattura
(COSTOSA) da infilare in un POF (piano offerta formativa, sarebbe in pratica
quello che la scuola dice che farà e non farà _quasi_ mai...) in modo che
tutti dicano: "io mando mio figlio in quella scuola perché lì si fa un
mucchio di informatica..". sto parlando di scuole medie inferiori e
superiori, perché è di queste che ho esperienza. sapevo che nelle università
le cose erano dievrse, ma evidentemente non del tutto...

i docenti che accettano software proprietario accettano di dire STOP alla
loro creatività, alla loro iniziativa personale, e anche a quella degli
studenti che da loro imparano. pensate se nelle scuole si sviluppassero
nelle lezioni di laboratorio informatico dei progetti di software libero, e
se gli studenti oltre a studiare l'informatica tecnica facessero anche della
filosofia sulla libertà di espressione, informazione, etc. pensate se ogni
scuola avesse _gratis_ un proprio sito web e se fossero gli studenti stessi
a gestirlo con i loro prof, e a riempirlo con quello che fanno..

pensate un po' che poi per chi parla di informatica e magari anche di
hardware i sistemi UNIX based sono leggermente meglio di quelli winsozz
based, visto che con la macchina l'utente ha un rapporto più ravvicinato, va
più in basso nella scala UOMO-MACCHINA, e quindi capisce meglio quello che
fa..

pensate un po' che i prof che vogliono usare software libero magari sono
considerati un po' "pazzi" dai colleghi e dagli studenti...
ma se microsoft che è una multinazionale arriva dal ministro di non so che
cosa e gli dice "faccio, io non ti preoccupare, tutto gratis"... *non è
vero*!
perché non solo non è gratis, ma è pubblicità gratuita! la stessa cosa fa la
cocacola nei campus americani dove fornisce distributori di bibite, o la
nike nei ghetti neri dove fa impianti sportivi per i ragazzini... e poi
forse microsoft si rende anche conto che deve avere il monopolio sui
giovani, visto ch sono loro i principali fruitori di tecnologia, e che da
loro dipendono fatturati di miliardi di dollari...

eppure evidentemente a qualcuno conviene.. qualcuno che sono pronto a
scommettere ha un posto in alto.. boh.. riflessioni di metà pomeriggio sulla
non-libertà che viviamo quotidianamente..

ciao a tutti..

a proposito, direi che concludendo è importantissimo che esistano realtà
come il LUGGE!

STEKO

 =========================
 ----------- _  ----------
 |_ |   _   | ' _  _ |_ _
 |  |_ |_|  |_ | || || |_'
 |  | ||_.    ||_||_|| ._|
 __________ ._|| _________
 ============= | =========
 PUNK   *   ROCK   *  SHOW


<========----------
 Prima di scrivere in m-list per favore leggi il regolamento
 http://lugge.ziobudda.net/soci/manifesto.htm#list

 Archivio delle e-mail postate in lista
 http://www.freelists.org/archives/lugge/

----------========>
 Incontri in sede: martedì 15:00-18:00 e sabato 9:30-12.30
 

Other related posts:

  • » [Lugge] R: Re: [xxx@disi.unige.it: software Microsoft: reagire?]