[Lugge] Re: Quale file system journaled?

  • From: Stefano Sartini <root@xxxxxxxxxxxxx>
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Wed, 03 Sep 2003 22:29:05 +0200

Roberto J. Vichi wrote:

Stefano Sartini wrote:

Ext3 è un ibrido, è ext2 con il Journal. Se da un lato è comodo quando vai a ravanare su un filesystem corrotto, dall'altro vuol dire portarsi dietro i limiti di un fs nato 10 anni fa per le esigenze dei PC di 10 anni fa...


Mi permetto una piccola puntualizzazione, non tanto sull'argomento di
discussione, di cui so veramete poco, quanto sul concetto "vecchio ==
obsoleto", soprattutto se il "vecchio" viene aggiornato costantemente.

Anche gli algoritmi di gestione dell'allocazione di memoria sono "vecchi" (e
con "vecchio", qui, intento Unix 7th edition e prima ancora, quindi 1978
[urgh, avevo quasi 10 anni ;) ] e precedenti), ma continuano ad essere
implementati per la stabilità che hanno raggiunto, proprio grazie alla
maturità raggiunta (vedi diatriba SCO vs Linux).

Veramente gli algoritmi di allocazione della memoria, di gestione della stessa e soprattutto dello scheduling sono in continua evoluzione, basta seguire i cambiamenti tra kernel 2.4 e 2.6, o le svariate patch di intrepidi sviluppatori per il 2.2 ... l'unica cosa che non è cambiata è il concetto di "memoria virtuale" e "paginazione", ma t assicuro che le strategie sono cambiate e non poco, soprattutto con gli ultimi kernel che si trovano a dover prevedere situazioni con quantitativi di memoria sempre maggiori (la stessa Intel ha "patchato" i p3 per permettere ai s.o. la gestione d memorie sempre maggiori). Il concetto base è ancora simile al VAX, ma l'implementazione no :)))


Ripeto, non ne so granché, quindi l'osservazione può non essere valida in
_questo_ particolare contesto, ma genericamente parlando, una cosa "nuova",
in quanto usata da "poco" tempo, può celare comportamenti indesiderati,
scoperti grazie ad un prolungato utilizzo.

Quello che fa di ext2 un filesystem "vecchio", al di la del non-journaling (che di *per se* non riguarda il filesystem ma la sua integrita e/o resistenza a condizioni di errore particolari) è soprattutto la sua logica, cioè gli algoritmi che stanno alla base della allocazione dei files. Ext2 in realtà è stato sin troppo "ben progettato" se ancora oggi lo si usa, se si pensa che 10 anni fa gli HDD viaggiavano mediamente tra gli 80 e i 120Megabyte e oggi viaggiano esattamente un ordine di grandezza sopra, ovvero 80/120Gigabyte. Soprattutto se pensiamo che nello stesso momento l'alternativa era il DOS 5.x con una FAT16 ridicola... Cito ReiserFS perchè è l'unico di cui ho letto qualcosa (pur non capendo sino in fondo onestamente tutta la matematica che c'è dietro), e la sua "forza" è negli algoritmi ad alberi bilanciati e nelle tabelle d hash che usa per mappare i files.


As usual, mi 2cents.

Stefano Sartini

========---------- Prima di scrivere in m-list per favore leggi il regolamento http://www.lugge.net/soci/index.php?link=manifesto

Archivio delle e-mail postate in lista http://www.freelists.org/archives/lugge/

Modifica dell'account sulla lista LUGGe http://www.lugge.net/soci/index.php?link=manifesto.htm#list

Other related posts: