[Lugge] Re: Palladium: che ne pensate? (fwd)

  • From: Giuliano <BIPIEFFE@xxxxxxxx>
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Tue, 16 Jul 2002 08:32:12 +0200

Molto allarmismo, nel bene e nel male.
Un giorno M$ é allo sbando, il giorno dopo si é impadronita del mondo.
Il grande fratello orwelliano é dunque questa pretesa di dominare il mondo con mezzi (definiti) illeciti?
I monopoli sono (in teoria) avversati, le associazioni per delinquere (e togliere di mezzo la concorrenza é, almeno in teoria, delinquenza) vengono perseguite e perseguitate (sempre in teoria). La verità é diventata un fatto pubblicistico e la comunicazione pare possa sostituire quella verità basata sulla percezione diretta dei fatti.
Credo che troppa intelligenza ed immaginazione possano far perdere il contatto con la realtà.
Non credo che sia economicamente conveniente che tutte le imprese costruttrici di hardware del mondo si mettano ad omologare i propri prodotti. Anche se lo facessero, per mantenere i profitti, per un certo periodo leviterebbero i prezzi. Se non ci fosse altro mercato ciò causerebbe presto la saturazione di quello esistente. E poi? Crisi economica del settore e ritorno (costoso) alle origini.
E' vero che, per una società capitalistica, il profitto sia manifestazione dell'essere in grazia. Ma non mi risulta scritto da alcuna parte che il calvinismo predichi violenza e sopraffazione per conseguire tale stato di grazia. Parliamo di prospettive di un mercato che sarà pure globale, ma non é così capillarmente diffuso nel mondo.
Chi cita la Cina (Red Flag?) parla di una buona metà del mondo che lavora (ed a basso costo...).
La forbice é ancora molto aperta, a tutto danno del cartello proposto e possibile.
E poi taroccare l'hw non consente di modificare il sistema di controllo, basato comunque sulla comunicazione. E la comunicazione non avviene al di dentro dei chips, ma transita attraverso il mondo ed é quindi vulnerabile, con i metodi tradizionali.
Se un malintenzionato, per mezzo di "telefono casa" facesse verosimilmente sapere a M$ che il trend di questo periodo abbia connotazioni recessive, fornendo alla casa di Redmond anche delle supposte cause plausibili, questo agirebbe sul mercato, anche se si tratterebbe di una cosa non vera, destituita di ogni fondamento.
Quello che intendo dire é che, se l'hw é una componente fondamentale per gestire la comunicazione, é la comunicazione stessa l'obbiettivo principale. Pertanto non taroccabile.
E poi, i trucchetti sleali che sono stati tentati negli ultimi anni sono divenuti oggetto di pubblica discussione ben prima della loro effettiva diffusione e sono (almeno quelli conosciuti) stati tolti di mezzo (od almeno é stato detto).
Concludendo, credo che le preoccupazioni e le paure che ostentiamo in forma pubblica facciano più gioco per la lobby di quanto non lo possa fare l'effettiva commercializzazione del cosiddetto Palladium.
Il sito che risponde solo ad IE non condiziona granché il mercato. Si isola e perde la forza di comunicare. Non contribuisce dunque alla diffusione di Internet Explorer. Difatti ho letto di Opera che se ne prende beffe....
Inoltre un cenno cronistico, per non dire storico.
Memoria d'uomo (la mia) ricorda che l'impulso alla diffusione delle telecomunicazioni fu massimo proprio quando il know how era nelle mani di pochi e l'accesso ad esse veniva ristretto dagli stati nazionali, con normative rigidissime e sanzioni aspre.
In quel periodo prese piede un fenomeno sotterrraneo: la pirateria, che contribuì a dare know how a chiunque avesse la capacità di intendere e la volontà e l'interesse per applicarsi.
La conseguenza fu che, nel giro di pochi decenni, la comunicazione (senza il prefisso tele) divenne un must su scala planetaria, facendo fiorire l'industria, allora dell'elettronica.
L'avvento del pc ha modificato lo scenario, ma gli attori sono sempre gli stessi nello spirito.
Quando anni addietro lessi di FSF e GNU, recepii il senso di quello spirito degli anni della mia adolescenza (frase da documentario di bassa lega ...) ed abbracciai le tesi linuxiane, con lo stesso entusiasmo.
Vorrà dire che, grazie a Palladium, si tornerà ad essere smanettoni anche nell'hw, come una volta.
Le bancarelle ed i magazzini sono pieni di 386, paragonabili ai vecchi apparati surplus degli anni '50.
Alla comunicazione si accederà anche con questi rottami. E la capacità, ove questa esista, si farà valere, creando un forking deciso, quello che é mancato in questi ultimi anni nei confronti della commercializzazione un po' becera e tipicamente americana, proposta da M$.
Basta, il sentimento mi prende i tasti. Sono cose di cui parlare a tavola, davanti a numerose bottiglie di acqua minerale gassata.
Cosa che intendo fare con gli amici, se Palladium non avrà loro tolto l'appetito e la voglia di affabulare.
Ci vediamo... Ciao.
Giuliano


choppoman@xxxxxxxxx wrote:

No, non potra` farlo con Palladium attivo.
Per come e` costruito l'HW c'e` il rischio di non potercelo nemmeno installarlo.


Uhmmm da quello che ho capito è solo un espansione di quanto fatto con xbox...e qualcuno sta già per metterci sopra il pinuino.

Penso che anche hack di tipo HW saranno benissimo accettati; almeno fino
a quando potrai comprare un comp e non soltanto la sua licenza....

bye

choppo00==


Other related posts: