[Lugge] Re: Distro

  • From: ianezz@xxxxxxxxxx
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Tue, 15 Oct 2002 11:09:52 +0200

Il gatto di Fabio TS, camminando sulla tastiera, ha scritto:

 > i suoi diffettucci come la Mandrake, sotto quest'aspetto: KonCD una
 > volta installato ti dice che devi impostare il kernel in modo che
 > vada il masterizzatore in emulazione scsi Non ,bh(B problema
 > irrisolvibile, da parte mia, per,br(B "l'utente normale", si inc.  un
 > pochino.

In effetti questa e` una parte delle installazioni che si potrebbe
migliorare un poco, visto che in fin della fiera si tratta solo di
aggiungere un "hd{abcd}=ide-scsi ai parametri di boot del kernel, e
che le stringhe che descrivono i dispositivi ATAPI son disponibili
comunque.

 > Questo ,bh(B che uno dei piccoli nei che Linux si trascina da
 > tempo, come il dover scegliere far KDE o Gnome e dover impazzire
 > puntualmente perch,bh(B manca qualche libreria tutte le volte che
 > installi qualche nuovo software.

La liberta` di scelta ha un prezzo: dover effettuare scelte di quando
in quando, e questo vale anche per altri aspetti della vita (non solo
per quello tecnico informatico). E` troppo comodo farsi fare le scelte
dagli altri, per poi lamentarsi che non van bene...

Dopodiche` mi pare che tutte le distro "mainstream" bene o male vengan
su con dei default (leggi: suggerimenti) ragionevoli, per cui un nuovo
utente non ne deve fare poi MOLTE scelte all'inizio.

Quanto alle librerie, ti stupirai ma conviene che sia cosi`. 

Pensa solo se ogni programma fosse linkato staticamente alle librerie
che gli servono (esempio: la libreria del C). Il giorno in cui salta
fuori un problema sulla libc ti dovresti riscaricare TUTTO (e dico
proprio TUTTO). Idem anche se ogni programma si porta dietro le
proprie librerie.

Esempio reale: il problema sulla zlib riscontrato qualche tempo fa e
che aveva impatti ovunque: per patcharlo occorreva aggiornarsela, e in
piu` aggiornarsi tutte quelle applicazioni che la linkavano
staticamente (solo due o tre, per fortuna). Fosse stata linkata
staticamente ovunque, si poteva mettersi il cuore in pace
e pensare di prendersi direttamente una nuova distribuzione...

Onestamente, nei quasi sei anni che uso Linux, ho visto che le
dipendenze sono un problema solo se uno va a pigliarsi le cose per
conto suo (e quando va a pigliarsele per conto suo, e` meglio che sia
pronto a fare tutto quello che c'e` da fare). 

Chiaro che se si puo` evitar fatica inutile, e` meglio farlo, ed
infatti sia Debian che Mandrake che SuSE (e anche RedHat, mi pare) son
dotate di interfacce al package manager che risolvono da sole le
dipendenze necessarie... se uno vuol usare direttamente rpm o dpkg e
risolversi le dipendenze a mano, si finisce nella solita storiella:

   "Dottore, se faccio cosi` mi fa male"
   "Ma signora mia, allora non faccia cosi`!".

Dopodiche`, tutto e` perfettibile.

-- 
 |   \    \  | ___|_  |_  | ianezz AT sodalia.it
 |  _ \  | \ | _|    /   /  Visita il LinuxTrent a
_|_/  _\_|  _|____|___|___| http://www.linuxtrent.it
========----------
 
 Prima di scrivere in m-list per favore leggi il regolamento
 http://www.lugge.net/soci/manifesto.htm#list

 Archivio delle e-mail postate in lista
 http://www.freelists.org/archives/lugge/

 Modifica dell'account su freelists
 http://www.freelists.org/cgi-bin/lsg2.cgi 

----------========

 La sede e` aperta ogni martedi` pomeriggio 14.30-18.00
 http://www.lugge.net/soci/sede.htm
 


 

Other related posts: