[Lugge] Re: Disco di avvio

  • From: "Roberto A. F." <robang@xxxxxxxxx>
  • To: lugge@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Fri, 22 Jun 2001 07:43:36 +0200

Choppo Man wrote:

> Ho un computer con mother board (BIOS vecchio senza boot da CD).
>
> L'unica soluzione è usare un disco floppy di avvio.
>
> Allora mi sono letto la pagina man del comando mkbootdisk ma non ho ricavato
> abbastanza info.

:)
ci sono tutte ma sono scritte in geek

> Certo esiste la possibilità in via grafica di fare il disco di avvio....

no.

> Ma vorrei sapere queste cose:
>
> Cosa viene esattamente scritto in un disco di avvio UTILIZZABILE SU DISCO DA
> FORMATTARE O FORMATTATO FAT QUALCOSA

In generale il filesystem non ha nulla a che fare con il fatto che sia di boot.

Come spiegava Daniele al corso la BIOS legge il settore 0 e in quel settore
trova scritto anche l'indirizzo fisico da cui caricare il kernel.
Quindi ci sono diversi dischi di boot in primis quelli senza filesystem e con
il file system.
Considera che un disco senza filesystem è come un nastro: cioè una periferica
sequenziale.


> Quali sono gli argomenti da inserire in linea di comando per farlo (la
> pagina MAN relativa è veramente molto scarna, almeno per il mio livello di
> conoscenza di Linux)

mkbootdisk $(uname -r) --device /dev/fd0

come puoi vedere

echo $(uname -r)

ti stampa la versione di kernel in uso (ci possono essere più kernel sul tuo HD
e quindi mkbootdisk deve sapere quale intendi usare per fare il dischetto di
boot).

Ciao,
--

  ,__    ,_     ,___    .-------=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-.
  ||_)   ||\    ||_    /     Proud Member & Master of the LUGGE    |
  || \   ||¯\   ||¯      linuxgrp: http://lugge.ziobudda.net       |
  ¯¯  ¯° ¯¯  ¯° ¯¯  °    homepage: http://digilander.iol.it/robang |
\ Roberto A. Foglietta   icq uin : 1087 18 257, E=s*aurimento²     |
 `---------------------=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-'

Contro la censura on-line firma la petizione:
 http://www.punto-informatico.it/petizione.asp

Art. 21. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio
pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Art. 33. L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento.

                                Estratto della Costituzione italiana.



<========----------
 Prima di scrivere in m-list per favore leggi il regolamento
 http://lugge.ziobudda.net/benvenuto.html



Other related posts: