[zxspectrum] Re: [OT] Fantapolitica?


----- Original Message ----- From: "Enrico Maria Giordano" <e.m.giordano@xxxxxxxxxxxxxxx>
To: <zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx>
Sent: Thursday, January 31, 2008 4:38 PM
Subject: [zxspectrum] Re: [OT] Fantapolitica?



-----Messaggio Originale----- Da: "Alessandro Grussu" <gazzosa@xxxxxxxx>
A: <zxspectrum@xxxxxxxxxxxxx>
Data invio: giovedì 31 gennaio 2008 13.18
Oggetto: [zxspectrum] Re: [OT] Fantapolitica?


2. Soprattutto non voterei mai per una destra che arrivata al governo ha imposto un'idea della politica basata sulla demagogia e sul populismo, nonché sulla mistificazione storica e sulla sistematica demonizzazione dell'avversario;

Ma sei sicuro di stare parlando della destra? A me sembra esattamente ciò che ha sempre fatto la sinistra.

Leggi il punto 3 di quanto ho scritto prima, se non l'hai fatto...

ha demolito la scuola e l'università pubblica, a favore delle scuole private dove - chiunque abbia a che fare con l'ambiente scolastico lo sa bene - l'arbitrio e gli abusi sono all'ordine del giorno;

Quindi l'arbitrio e gli abusi sono ammessi solo nella scuola pubblica. Prendo atto del tuo pensiero.

Gli abusi nella scuola pubblica sono l'eccezione. Nella privata sono la norma. I lavoratori della scuola privata non hanno le stesse tutele di quelli della scuola pubblica, dal punto di vista della retribuzione, dell'orario di lavoro, della libertà d'insegnamento - specie, quest'ultimo punto, nelle scuole gestite da enti religiosi.

ha promosso, unica nella storia dell'Italia democratica, leggi "ad personam" per tutelare gli interessi particolari di chi stava al governo;

Questa è appunto la storiella che la sinistra ha martellato nella testa della gente da quando Berlusconi ha vinto le elezioni. E' stata una cosa che la sinistra non ha proprio digerito. Sgombrato il campo dalla DC pensava proprio che sarebbe stata una passeggiata ed invece...

E meno male che proprio ieri il Berlusca è stato assolto pure dall'accusa di falso in bilancio per il lodo SME, dato che in Italia - a differenza di quanto avviene negli altri paesi europei - il falso in bilancio e l'esportazione di capitali all'estero per sfuggire al fisco non sono più reato, proprio grazie alle leggi approvate dal centrodestra durante il secondo governo Berlusconi.

ha favorito l'ingerenza della Chiesa cattolica negli affari di Stato, accettandone supinamente tutte le imposizioni (vedi solo la questione della regolamentazione delle coppie di fatto);

Invece l'estremo opposto che abbiamo visto alla Sapienza va bene? Prendo atto anche di questo.

Una cosa è l'iniziativa, peraltro legittima a mio parere visti gli atteggiamenti di Benedetto XVI verso la ricerca scientifica e l'autonomia della scienza rispetto alla fede, di 67 docenti che hanno semplicemente fatto notare come la visita di un capo religioso di tale statura sarebbe stata inopportuna rispetto all'occasione (l'apertura dell'anno accademico di un'università statale). Altra cosa è l'asservimento politico e mediatico alla Santa Sede che è la norma in Italia e sarebbe abnorme in qualsiasi altro Stato che almeno sulla carta si definisce laico. Inoltre tu sbagli nel mettere sullo stesso piano un fatto episodico con un problema strutturale, cioè il fatto che la Chiesa cattolica, dal 1913 (patto Gentiloni) a oggi abbia sempre ficcato il naso negli affari interni di questo paese, anche grazie a scelte politiche non proprio avvedute, come quella di Togliatti il quale - in accordo con De Gasperi e in disaccordo con Nenni - al momento di votare per il mantenimento del Concordato del 1929 si pronunciò a favore.

ha colpevolmente sfavorito la lotta alla mafia, all'evasione fiscale, all'aumento dei prezzi

Invece la sinistra ha delle splendide soluzioni: invece che dagli evasori prende i soldi dai contribuenti. Ottimo.

Lo Stato deve prendere i soldi dai contribuenti; da chi, se no?

(chi c'era al governo quando con l'introduzione definitiva dell'euro nessuno fece nulla per contrastare l'aumento selvaggio dei prezzi, dato che non poteva abbassare le tasse ai commercianti?)

Invece adesso i prezzi stanno chiaramente diminuendo, vero?

Non mi pare che 5 anni di governo Berlusconi abbiano fatto meglio, in questo senso, di 1 anno e mezzo di governo Prodi. Né che la congiuntura economica internazionale - vedi i rincari sul prezzo del petrolio - abbia reso possibile, in così breve tempo Al di là di questo, non mi pare che tu stia negando la responsabilità del governo Berlusconi nel mancato contenimento, attraverso una serie di opportune misure, dell'aumento selvaggio dei prezzi e della conseguente diminuzione del potere d'acquisto dei salari da lavoro dipendente.

e alla corruzione; ha introdotto leggi antiscientifiche sulle droghe, le quali non sortiscono altro effetto, come tutte le politiche repressive, che farne aumentare il consumo; ha, con la vergognosa legge Bossi-Fini, favorito l'immigrazione illegale invece di combatterla.

Infatti adesso è sotto gli occhi di tutti che l'immigrazione clandestina è diminuita.

Sotto i tuoi occhi, forse; la principale fonte di conoscenza sul fenomeno, il rapporto annuale della Caritas sull'immigrazione in Italia, dice esplicitamente, relativamente al 2006: "Quanto alla presenza irregolare è da tutti conosciuta la sua consistente e crescente incidenza, come è stato evidenziato da ultimo dal numero delle richieste nominative presentate all’inizio dell’anno, ben superiori alle quote di nuovi lavoratori stabilite per il 2005". Né potrebbe essere altrimenti, vista l'infinità di impedimenti e di ostacoli burocratici previsti dalla Bossi-Fini, alcuni francamente grotteschi, per esempio quelli relativi al ricongiungimento familiare.

5. Ultimo appunto per Enrico. La storiella dei comunisti e della sinistra al governo dal '48 al '92 è un altro dei falsi miti del Berlusca.

Sciocchezze. Questa è una cosa che vedo e che dico da ben prima di conoscere Berlusconi e da ben prima che iniziassi a votare per il centrodestra (prima votavo DC).

Sciocchezze le stai dicendo tu adesso. Quanti membri del PCI hanno avuto incarichi di governo in quel periodo?
Ti vorrei dare un consiglio: leggiti "Storia d'Italia dal dopoguerra ad oggi" di Paul Ginsborg (Einaudi) e poi ne riparleremo su chi ha governato questo paese nel periodo in oggetto, senza farsi scrupolo di utilizzare le armi della corruzione (a tutti i livelli) e delle stragi di Stato :)))

Non ho bisogno che un libro mi dica cose che ho vissuto.

Questa - scusa se te lo dico - è presunzione bella e buona.
Una cosa è vedere i fatti dal punto di vista dell' "uomo della strada", quali siamo io e te; ben altra è fare ricerche con rigore scientifico su documenti, atti, testimonianze di persone direttamente coinvolte nelle vicende storiche, a livello nazionale e internazionale. Ti scrivo con cognizione di causa perchè avendo esperienza di ricerche di storia contemporanea (e non parlo certo delle ricerche che si fanno a scuola) ricordo bene lo stupore che provavo nel ricostruire attraverso le carte dell'Archivio Centrale dello Stato a Roma alcune vicende di cui fino ad allora credevo di sapere quasi tutto. Altrimenti studiare la storia, specie quella contemporanea, non servirebbe a nulla, tanto sappiamo già tutto!

ciao a tutti
Alessandro


--
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: http://www.email.it/f

Sponsor:
Cioccolato Venchi: promozione sul cioccolato da ordinare online
* * Clicca qui: http://adv.email.it/cgi-bin/foclick.cgi?mid=7107&d=31-1

Other related posts: