[ubuntu-l10n-it] Re: Dubbi sulla traduzione di Gnome PulseAudio applet

"source" e "sink" sono rispettivamente origine e destinazione, nel gergo
di GStreamer e compagni.

m.

Il giorno mer, 04/02/2009 alle 01.27 +0100, Daniele Napolitano ha
scritto:
> 2009/2/3 Marco Poletto <marcop-@xxxxxxxxx>:
> >> Un'altra parola, impossibile da tradurre
> >> letteralmente è "Sink". Questa è riferita alla scheda audio di uscita
> >> e non posso mica scrivere pozzo/lavandino di uscita! Questa l'ho
> >> lasciata non tradotta... ditemi voi come è meglio fare.
> >
> >
> > Non so se sono arrivato troppo tardi ma a proposito volevo dire la mia: non 
> > tutte le parole sono traducibili in un'altra lingua, ma quando non esiste 
> > una "tradIzione", io credo che la cosa migliore da fare sia creare la 
> > traduzione, come fanno gli spagnoli (es: il famoso "mouse=raton").
> >
> > In pratica, in questo caso, se non è possibile tradurre in nessun modo io 
> > tradurrei proprio con "Pozzo" e la traduzione usata diverrà di riferimento 
> > magari.
> > Altrimenti, se ci arrendiamo ad ogni neologismo anglosassone finisce che ci 
> > troviamo a parlare un inglese imbastardito da reminescenze italiofone.
> 
> Giustissime le tue affermazioni, però "pozzo" è proprio brutto
> relativo ad una scheda audio... Io avevo pensato anche a "miscelatore"
> che è un termine tecnico idraulico il quale descrive un oggetto a cui
> convergono vari tubi ed esce uno solo più grande che accoglie i flussi
> degli altri più piccoli.
> 
> Altri suggerimenti?

Other related posts: