[relug] Re: Il Pinguino [progetti]

smogBH wrote:

Per convertire tutti i sistemi della Pubblica Amministrazione da Windows (xke useranno solo questo colabrodo) a Linux secondo me bisognerebbe convincerli che con Linux risparmiano un totale di denaro che spenderebbero in licenze d'uso...

Come li convinci? Con la pistola?



Cosa ne pensate?


Commentate pure.

Rispondetemi

Allora è una provocazione...
Mettiti nei panni di chi deve prendere una decisione del genere: arriva un pinguino e ti dice che puoi risparmiare i soldi dei contribuenti semplicemente cambiando software. Ti guardi intorno e vedi l'utilizzo reale dei computer da parte dei tuoi utentil. Gli utenti hanno a malapena imparato a scrivere una lettera con Word (mi raccomando: non chiamarla videoscrittura perchè li manderesti nel panico più assoluto). Scritta la letterina, la spediscono con Outlook (già, gli hanno insegnato così, perchè se usi Word ci puoi mettere le luci di Las Vegas e fa più figo). In un momento di calma scaricano la propria posta personale (i piu' evoluti tirano fuori il dischetto, ma la posta si scarica lo stesso dal posto di lavoro perchè c'è l'antivirus aggiornato), e stampano con la nuovissima laser a colori (a spese del contribuente) gli inviti al compleanno del figlio - preparati a casa, dove hanno un Office piratato (naturalmente l'Office l'hanno ottenuto da te, dopo tanti piagnistei).
Arriva gente: hanno imparato a fare ALT+TAB e gli utenti tornano al lavoro: un bell'applicativo monopiattaforma (indovina quale) realizzata in VB e installata da un obiettore che "conosce windows". Naturalmente il programma gira solo in modalità Amministratore (così tutti i tentativi di bloccare hijak, spyware, malware se ne vanno a signorine).
Ok, altro attimo di quiete: ALT+TAB, ho scaricato tutta la musica di questo mondo, mi metto a masterizzare i CD per il figlio, il nipote, il cugino e lo zio. Conosco il programma perchè è lo stesso che uso a casa (ma l'origine è la stessa di Office).
E il massimo arriva a Natale e Pasqua: inondare le caselle di posta degli amici di pesanti file EXE (700 KB per le renne che cantano Jingle Bells sul tetto, senza ADSL sono davvero un bel regalo).


E tu a questi signori vorresti far cambiare abitudini? Conosci il tempo medio di apprendimento per riconoscere l'icona del programma di videoscrittura, se gli togli Word? Direi un paio di mesi... Allora tu, che sei ancora nei panni del responsabile di cui sopra, telefoni al consulente che ti ha insegnato a risolvere i problemi di Windows con un CTRL+ALT+CANC. Praticamente gli devi tutta la tua carriera. Il consulente ti risponderà che Linux non è maturo e OpenOffice ti darà dei grossi problemi, e che chissà se esisteranno ancora tra un paio di anni e... ciliegina sulla torta, tu devi essere produttivo (giuro: l'ho sentito con le mie orecchie da parte di un utente Windows ME quando gli ho consigliato di soppiantarlo con Linux).

A parte gli scherzi, l'argomento è interessante e varrebbe la pena di approfondirlo (magari intorno a una birra), ma personalmente ritengo piu' utile concentrare tutti gli sforzi sulla formazione. Bisogna partire dall'utente e insegnargli che Linux non è l'orco cattivo che gli mangia tutti i DOC (gli EXE pero' li mangia...).
Il lavoro del BUS Pascal, ad esempio, il LinuxDay, le associazioni (come radioamatore, proprio oggi sto andando a consegnare due copie di un Knoppix taroccato con programmi radioamatoriali) e ogni occasione ci si presenti (fiere, ad esempio).
Si potrebbe aprofittare della curiosità del momento con incontri pubblici dove si illustrano gli stessi argomenti presentati al LinuxDay. L'importante è presentarsi uniti come associazione, e questo non è facile (chi lavora, chi studia, chi ha gli esami).
Ti regalo due link, molto interessanti:


http://www.apogeonline.com/webzine/2004/05/24/05/200405240501
http://erlug.linux.it/linuxday/contrib2003/campora.pdf

Ma sì, abbondiamo: http://iz4bbd.grillini.com/rio2004.php (lo so, la grafica fa schifo ma nel tempo libero si fa quello che si puo').
Ho altri due quintali di link sull'argomento Linux/PA/Formazione e non ho problemi a metterli a disposizione se qualcuno volesse farci una ricerca.


Ciao, e per la birra non scherzo: pero' ognuno paga la sua.
Maurizio

P.S. - @@, non mi fraintendere: ho voluto mettere insieme dei problemi che esistono anche nelle aziende private, e mi sono fatto prendere la mano dalla burla. Ho letto la tua risposta e tanto di cappello. Soprattutto per OpenOffice. Mia figlia, 14 anni, a scuola usa MS Office e a casa OpenOffice: ieri ha scoperto di avere "PowerPoint" - come le hanno insegnato a scuola. Basta poco, solo chiamare le cose col loro nome: videoscrittura, foglio di calcolo, presentazione, disegno... sedia, tavolo... Bye

Other related posts: