[isf-ge] ingegneri cercasi-documentario val cerusa

Ecco la mail preannunciata da Giovanni, chiunque avesse idee o
suggerimenti  da dare a Cristina può contattarla via mail o anche
incontrarla perchè sarà a Genova in settimana, ci ha lasciato anche il suo
numero di cellulare che magari vi mando agli indirizzi privati..


Anna

---------------------------- Original Message ----------------------------
Subject: ingegneri cercasi-documentario val cerusa
From:    "cristina oddone" <cristina.oddone@xxxxxxxxx>
Date:    Mon, April 10, 2006 11:31 pm
To:      isf@xxxxxxxxxxxxx
--------------------------------------------------------------------------

Ciao,

ho chiamato oggi la vostra sede alla ricerca di una possibile consulenza e
ho parlato con Giovanni.  Invio una comunicazione più dettagliata del nostro
progetto, nella speranza di poter trovare una vostra collaborazione.

Siamo un collettivo indipendente di documentaristi, "Casa Circondariale",
con sede a Bologna.  In questo momento stiamo svolgendo un'indagine
sullaVal Cerusa nella zona di Voltri. Molti di voi avranno sicuramente
sentito
parlare di questa zona a causa del tragico incidente dell'estate scorsa.
Nell'agosto 2005 un camion ha tamponato un'auto con a bordo tre ragazzi
valdostani e l'incidente ha provocato la morte di quattro persone. Non è il
primo caso che si verifica nei pressi dello svincolo di Voltri, sull'A26;
dal 1977, data di inaugurazione del tracciato, sono stati molti gli
incidenti che hanno messo a rischio  la vita non solo degli automobilisti,
di coloro cioè che viaggiano sull'autostrada, ma anche quella degli abitanti
della valle, che vivono cioè sotto l'autostrada. Se questi sono gli effetti
della presenza dell'autostrada di allora, gli abitanti della valle sono
profondamente preoccupati davanti alle prospettive future: sta per essere
approvato un nuovo progetto di bretella autostradale, il cui svincolo
dovrebbe trovarsi proprio nella zona della Val Cerusa, affollando
ulteriormente il territorio locale, creando ulteriori rischi per la
popolazione.


Alcune delle problematiche che emergono sono:
- il forte inquinamento acustico, problema comune nella città di Genova, il
cui territorio urbano è stato fortemente danneggiato dalla presenza della
rete autostradale;
- l'impatto ambientale che deriva dalla presenza dell'autostrada sul
territorio, per quanto riguarda le polveri e l'inquinamento idrico, in una
zona ricca di sorgenti e sede dell'acquedotto De Ferrari Galliera;
- le mancate misure di sicurezza: l'assenza della protezione del new jersey;
- un eventuale errore di tracciato: l'eccessiva ripidità del percorso tra
Masone e Voltri porta ad un aumento della velocità dei mezzi, contribuendo a
provocare i frequenti incidenti stradali.

Ci rivolgiamo a voi perché stiamo continuano a emergere domande legate ad
aspetti specifici di questo tipo, avremmo quindi bisogno di qualcuno
'addetto ai lavori'., e la maggior parte degli ingegneri che hanno seguito
il progetto sono dipendenti della Società Autostrade. Il caso ha avuto
maggiore visibilità da quando è stata istituita la commissione 'Genova caso
pilota', portata avanti dal Ministero dell'Ambiente. Stiamo cercando
qualcuno che si intenda di ingegneria dei trasporti (e quindi delle misure
di sicurezza richieste a proposito) e dei temi legati all'impatto ambientale
e l'inquinamento acustico provocato dalla presenza dell'autostrada.  Può
essere che conosciate qualche professore che si intende di questo tema, o
qualcuno che abbia svolto una tesi su questi temi. Se ci sapete dare dei
consigli vi saremo immensamente grati.

Saremo nella zona di Genova questa settimana per cui sarà facile
incontrarci.
Vi ringraziamo tanto per la vostra attenzione, a presto


Cristina Oddone

Ciao,

ho chiamato oggi la vostra sede alla ricerca di una possibile consulenza e ho parlato con Giovanni.  Invio una comunicazione più dettagliata del nostro progetto, nella speranza di poter trovare una vostra collaborazione.

Siamo un collettivo indipendente di documentaristi, "Casa Circondariale", con sede a Bologna.  In questo momento stiamo svolgendo un'indagine sulla Val Cerusa nella zona di Voltri. Molti di voi avranno sicuramente sentito parlare di questa zona a causa del tragico incidente dell'estate scorsa. Nell'agosto 2005 un camion ha tamponato un'auto con a bordo tre ragazzi valdostani e l'incidente ha provocato la morte di quattro persone. Non è il primo caso che si verifica nei pressi dello svincolo di Voltri, sull'A26; dal 1977, data di inaugurazione del tracciato, sono stati molti gli incidenti che hanno messo a rischio  la vita non solo degli automobilisti, di coloro cioè che viaggiano sull'autostrada, ma anche quella degli abitanti della valle, che vivono cioè sotto l'autostrada. Se questi sono gli effetti della presenza dell'autostrada di allora, gli abitanti della valle sono profondamente preoccupati davanti alle prospettive future: sta per essere approvato un nuovo progetto di bretella autostradale, il cui svincolo dovrebbe trovarsi proprio nella zona della Val Cerusa, affollando ulteriormente il territorio locale, creando ulteriori rischi per la popolazione.


Alcune delle problematiche che emergono sono:
- il forte inquinamento acustico, problema comune nella città di Genova, il cui territorio urbano è stato fortemente danneggiato dalla presenza della rete autostradale;
- l'impatto ambientale che deriva dalla presenza dell'autostrada sul territorio, per quanto riguarda le polveri e l'inquinamento idrico, in una zona ricca di sorgenti e sede dell'acquedotto De Ferrari Galliera;
- le mancate misure di sicurezza: l'assenza della protezione del new jersey;
- un eventuale errore di tracciato: l'eccessiva ripidità del percorso tra Masone e Voltri porta ad un aumento della velocità dei mezzi, contribuendo a provocare i frequenti incidenti stradali.

Ci rivolgiamo a voi perché stiamo continuano a emergere domande legate ad aspetti specifici di questo tipo, avremmo quindi bisogno di qualcuno 'addetto ai lavori'., e la maggior parte degli ingegneri che hanno seguito il progetto sono dipendenti della Società Autostrade. Il caso ha avuto maggiore visibilità da quando è stata istituita la commissione 'Genova caso pilota', portata avanti dal Ministero dell'Ambiente. Stiamo cercando qualcuno che si intenda di ingegneria dei trasporti (e quindi delle misure di sicurezza richieste a proposito) e dei temi legati all'impatto ambientale e l'inquinamento acustico provocato dalla presenza dell'autostrada.  Può essere che conosciate qualche professore che si intende di questo tema, o qualcuno che abbia svolto una tesi su questi temi. Se ci sapete dare dei consigli vi saremo immensamente grati.

Saremo nella zona di Genova questa settimana per cui sarà facile incontrarci. 
Vi ringraziamo tanto per la vostra attenzione, a presto


Cristina Oddone
339 76 11 572



Other related posts:

  • » [isf-ge] ingegneri cercasi-documentario val cerusa