[ACK] resoconto riunione e iniziative

  • From: Massimo Malara <massimo.malara@xxxxxx>
  • To: grin@xxxxxxxxxxxxx
  • Date: Sat, 12 Feb 2005 12:21:01 +0100

Ciao a tutti.
Mi scuso per il ritardo con cui, in qualità di segretario del gruppo ACK, invio in mailing list questo resoconto, ma è stata una settimana difficile.


In merito alla riunine di venerdì 4 febbraiosono stati trattati i seguenti punti.
1) Organizzazione di un viaggio studio in collaborazione con la facoltà.
2) Discussione in merito all'aumento delle tasse universitarie.
3) Organizzazione di una conferenza-seminario (vedi mail di Mimma: "[ACK] iniziativa ACK")


Traccio una breve sintesi di quanto discusso per ogni punto.

1)
Siamo in cerca di idee, suggerimenti, proposte, per organizzare un viaggio studio con l'obbiettivo di visitare una realtà aziendale di particolare interesse in ambito informatico o, comunque, di venire a contatto con anbienti di ricerca o di lavoro in cui poter osservare da vicino quello che studiamo sui libri o di cui siamo interessati. Chiunque abbia un'idea o una proposta può postare in mailing nell'attesa del prossimo incontro del gruppo.


2)
E' stata portata all'attenzione del gruppo la qustione delle tasse universitarie che, quest'anno, hanno subito un significativo aumento.
E' possibile prendere visione dell'entità dell'aumento in base alla fascia di reddito andando a guardare il manifesto degli studi. Ora qui devo aprire una piccola parentesi:
begin{parentesi}
avrei voluto inserire il link per farvi prendere visione del manifesto degli studi on line ma mi sono accorto che nel sito di ateneo "casualmente" il link del manifesto è sbagliato e porta agli esami di stato.
end{parentesi}
Per farla breve, proporzionalmente al reddito, gli aumenti sono sempre più cospicui fino ad arrivare ai 1300 euro per l'ultima fascia (l'anno scorso erano 500).
Non è, però, questa cifra che preoccupa (magari chi ha un reddito molto elevato può permettersi una cifra del genere) ma gli altri aumenti(nel mio caso ad es. passo dai 180 euro di seconda rata dell'anno scorso ai 314 attuali). Questo soprattutto a fronte della carenza di servizi essenziali per uno studente universitario a cui siamo ABITUATI:


- la mensa ha dei prezzi quasi da pub. In altre università si fa un pasto completo con 2 euro; per quanto riguarda la qualità non entro in merito perchè non sono un assiduo frequentatore della mensa.

- la biblioteca ha orari da ufficio comunale. consentitemi di fare sempre dei paragoni con altre realtà universitarire in cui la biblioteca è aperta no-stop dalla mattina alle 9 di sera.

- la sala computer ha degli orari che fanno concorrenza a quelli della biblioteca e collegarsi a internet in maniera utile è un lontano miraggio.

Ho tralasciato volutamente i disservizi del tipo: riscaldamenti non funzionanti, aule non in buono stato, situazione parcheggi e accessibilità alla facoltà indescrivibili, la mancanza di trasposto pubblico dedicato all'università, e tutto quello che volete aggiungere.

Ho menzionato SERVIZI che una facoltà degna ti tale nome deve offrire.
L'aumento delle tasse potrebbe anche essere giustificato, se avessimo come ritorno un miglioramento dei servizi di base.
Il fatto che personalmente mi dispiace è che a Marzo tutti pagheremo quanto ci viene chiesto senza fare obiezioni e accontentandoci di quello che abbiamo.


L'intenzione che avremmo è quella di far sentire almeno una volta la voce degli studenti di ingegneria che, se devono fare i bravi e pagare delle tasse maggiorate di almeno il 60%, quantomeno possano presentare delle richieste leggittime e fare presente che i servizi non ci soddisfano.
Se, andando in gelateria pagate un Kg di gelato e vi danno una coppetta, voi non volete indietro la differenza di prezzo ma volete un Kg di gelato!
Allo stesso modo perchè gli studenti dovrebbero pagare in più per quello che non gli viene dato?


Non vogliamo chiedere di far costruire chissà che o di fare spese miliardarie, ma solo di migliorare i servizi che ci sono (ci sono si fa per dire).

Spero che nelle prossime riunioni del gruppo saremo un pò di più. Potremo parlare meglio di tutto questo e cercare di organizzare, magari in accordo con altri gruppi studenteschi un'assemblea e magari qualche forma di protesta finalizzata a presentare un documento con le nostre richieste. Non vogliamo fare proteste dai toni accesi o clamorose, ma dare un segno della nostra presenza ATTIVA in facoltà.

Nel frattempo cercate di spargere la voce e magari cercate dei contatti con altri gruppi o rappresentanti degli studenti.


3)
Stiamo pensando di organizzare una conferenza, a tema chiaramente informatico, e che tratti di argomenti di interesse non solo per gli "addetti ai lavori" (sullo stile di quella di campi che c'è stata qualche tempo fà per intenderci).
Lo scopo è quello di trattare argomenti riguardanti il mondo dell'informatica e del suo impatto nella vita di tutti i giorni in maniera divulgativa. Naturalmente, per fare questo abbiamo bisogno del contributo e della collaborazione del personale docente (alcuni professori sono già stati contattati).
Anche per queta iniziativa servono idee e suggerimenti che speriamo di raccogliere in mailing-list e nelle prossime riunioni del gruppo.
Tenete presente, se state già cominciano a pensarea a qualcosa:
- che la conferenza deve trattare di argomenti di interesse per un pubblico che non è confinato algli studenti universitari;
- che c'è bisgogno di particoalre interesse da parte nostra anche in questioni di carattere prettamente organizzativo come pubblicizzazione dell'evento, accoglienza di eventuali ospiti, collaborazione con i docenti per la diffusione di materiale informativo o materiale di supporto alla conferenza (penso ad esempio alle slide).


E' tutto.
Alcuni punti sono stati già ripresi in mailing prima di questo resoconto e quindi, sistà gia muovendo qualcosa.


Ciao a tutti.
A presto
massimo


Other related posts: