[gnucchi] Re: Fwd: Giornale linuxtrent

Ecco la storia degli Gnucchi (tagliate ed aggiustate)

La mirabile storia degli uomini che diventarono gli Gnucchi

Fu due anni fa (circa) che durante un ritrovo in birreria i mentori Mauro e 
Gustavo  proposero (e definirono) la lunga serie di riti di iniziazione 
attraverso i quali un uomo poteva trasformarsi in Gnucco.
Già da un po' di tempo si teneva la festa di S.Ignuzio alla chiesetta del 
Pernone di Riva ed in quel luogo ebbero luogo i primi incontri dei linuxiani 
della Busa (Basso Sarca o Altogarda a secondo della propria altezza).
Il Mauro, il Gustavo, l'Ivano, il Mirko (l'unico astemio)e il Matteo 
suggellarono  bevendo dai loro sacri calici (di birra) il patto che pose inizio 
alla storia .
Le prime gloriose imprese furono, oltre alle già menzionate ricorrenze di 
S.Ignuzio, le due memorabili serate in biblioteca: a Riva, folto pubblico molto 
interessato, e a Bezzecca, con la straordinaria partecipazione del Diaolin e 
del Ciampix.
Lo scorso anno poi ci fu la svolta: il coordinamento delle associazioni alle 
quali il comune di Riva aveva affidato la gestione della ex colonia Sabbioni 
(www.sabbioni.org) concesse agli Gnucchi uno spazio in cui allestire il 
fantasmagorico GnucchiLab.
Detto e fatto grazie a Computerinati vennero recuperati i PC dismessi dal Don 
Milani di Rovereto e con un po' di lavoro manuale, un contributo del comune   
per il cablaggio ed il serverone messoci a disposizione del LinuxTrent nacque 
l'aula informatica degli Gnucchi, lo GnucchiLab.
All'inizio di Maggio si ebbe la presentazione al grande pubblico con lo 
spostamento dei festeggiamenti di S. Ignuzio dalla cheisa del Pernone alla 
Colonia Sabbioni, memorabile tentaivo di installazione della nuovissima Ubuntu 
Fiesty su un P800 con soli 128 MB di Ram (il nostro angelo custode Ciampix ci 
tolse dall'imbarazzo).
Intanto delle improbabili stazioni Sun-Sparc attiravano l'attenzione degli 
Gnucchi esperti, che passavano qualche seratina di collaudo dello GnucchiLab a 
tentare di far ripartire questi ferri.
Nei mesi di Giugno e di Luglio si è svolto lì un corso di base per l'uso di 
Linux, alcune lezioni le ha tenute Alessandro, che nel frattempo si era unito 
al gruppo sotto mentite spoglie, il suo nickname in lista  finiva con la ...a, 
e ancora si tramanda il ricordo dell'attesa al Kapuciner dell'unica donna 
aderente agli Gnucchi rivelatasi uomo.
Il corso ha coinvolto un buon numero di altri neo-linuxiani  e sono cominciate 
le installazioni  e le adesioni allo Gnucco-forum 
(www.freelists.org/archives/gnucchi) .
Nel frattempo meritataci la fiducia degli altri occupanti il centro Sabbioni 
(Ass. Mercurio e Musica Errante) due nostri rappresentanti stanno entrando a 
far parte del direttivo di gestione della colonia.
Per l'anno che verrà le fatiche da compiere sono: un nuovo corso (di base) 
autunnale, incontri di approfondimento anche con linuxiani foresti (Lazarus, ed 
altri argomenti), offrire rifugio (e assistenza) ai neo-linuxiani  garantendo 
una ragionevole continuità nell'apertura dello GnucchiLab, più in là il S. 
Ignuzio e poi si vedrà.
Gli Gnucchi hanno oramai passato il Gran Burrone e vanno veloci incontro al 
radioso futuro che li aspetta......
Ciao Matteo


------------------------------------------------------
Leggi GRATIS le tue mail con il telefonino i-mode? di Wind
http://i-mode.wind.it/


Other related posts: