[dumbo] articolo sull'Università

  • From: "Michele Giovannini" <michelegiovannini@xxxxxxxxxxxxxxxx>
  • To: <dumbo@xxxxxxxxxxxxx>
  • Date: Wed, 28 Mar 2001 12:21:38 +0200

L'Università vara la laurea in net economy
E' il primo caso in Italia. L'obiettivo: «Formare i futuri manager di
Internet»
L'UNIVERSITA' CHE CAMBIA

di Concetto Vecchio

TRENTO. «Lei è dottore in...?» «Net economy». «Però...». I tempi cambiano,
nascono nuove parole e nuove professioni e l'Università si adegua al
cambiamento. Da ottobre a Trento sarà possibile laurearsi in net economy: la
laurea specialistica per i manager della new economy. Il corso viene
attivato dalla facoltà di Economia. Dice il professore Pierfranco Camussone:
«Oggi le aziende di Internet sono piene di bravi informatici, che però non
hanno la necessaria competenza per reggere la sfida del mercato».
L'iniziativa è un unicum in Italia. Alcune facoltà hanno già avviato dei
master di specializzazione in e-commerce ed e-business, ma un corso di
laurea che si prefigga l'obiettivo di istruire a tutto tondo il dirigente
internettauta del futuro non si era ancora visto. «Questa facoltà ha sempre
avuto una tradizione informatica molto forte» spiega il ricercatore Paolo
Bouquet, 34 anni. La sua storia è esemplare di come Internet abbia stregato
anche chi (in teoria) doveva occuparsi di tutt'altro nella vita. Bouquet è
di Trieste, ma si è laureato in filosofia alla Statale di Milano, poi è
approdato all'Irst per fare una tesi di intelligenza artificiale; infine
l'approdo ad Economia come ricercatore.
Il professor Camussone, oltre ad insegnare a Trento, dirige l'area dei
sistemi informativi della Scuola di direzionale aziendale della Bocconi. Ha
notato che le star up, le società debuttanti della new economy, dopo un po'
implodono per mancanza di risorse finanziarie ma anche per incapacità
manageriale. E il mercato della new economy (forse più competitivo e ruvido
di quello old) richiede un doppio background: tecnologico e aziendalistico.
«Chi si lancia in Internet possiede di solito una competenza informatica, ma
non conosce affatto i processi aziendali, perché la sua cultura è troppo
specialistica. E viceversa i manager della old economy spesso non conoscono
le infinite potenzialità dell'informatica».
Il laureato in net economy non solo dovrà conoscere le potenzialità dello
spazio virtuale, ma dovrà saper redigere anche un business plan. «Questi
giovani che si buttano in Internet sono come quei ragazzini che sanno
truccare perfettamente un motorino, ma che mai potrebbero competere in una
gara ufficiale».
Percorso didattico. I 120 crediti necessari per conseguire la laurea di
secondo livello dovranno essere acquisiti nell'ambito di cinque aree
diverse: Tecnologie per l'e-business (Informatica, Telecomunicazioni,
Multimedialità), Fondamenti di economia e diritto (Fondamenti di economia;
fondamenti di organizzazione; diritto commerciale ed industriale; metodi
matematici e statistici), Economia aziendale nella società digitale
(Strategia: Ict e nuovi modelli di business; Marketing: E-Commerce;
Programmazione e controllo: i nuovi sistemi informativi integrati;
Organizzazione: nuove professioni e nuovi modelli organizzativi Bpr;
Economia: la società dell'informazione); La gestione e la trasmissione della
conoscenza (Sistemi informativi aziendali; Management science e processi
decisionali; Gestione dei dati e Business Intelligence; Modelli di
rappresentazione della conoscenza; knowledge management e Learning
organizations; Lo sviluppo di capacità realizzative (Le applicazioni
dell'Ict nei diversi settori economici; Progettazione di sistemi e project
management; progettazione di interfacce uomo macchina; Diritto ed
informatica).
Contenuti. Il corso si prefigge lo scopo di insegnare le principali
tecnologie e telecomunicative, avvalendosi di competenze fornite dalle
facoltà scientifiche e dai principali operatori tecnologici del settore. Gli
studenti del secondo anno parteciperanno a stage aziendali della durata di
4-6 mesi presso aziende già operanti nel settore. E' prevista la possibilità
di preparare le tesi di laurea presso aziende partner dell'Università.
Requisiti Il corso sarà riservato a laureati italiani o stranieri
indipendentemente dalla facoltà in cui abbiano ottenuto il titolo di studio.
E' titolo di preferenza disporre di una laurea di primo livello in materie
scientifiche o economiche. Un difetto di crediti formativi nelle aree
economiche ed informatiche sarà colmato con corsi integrativi nel primo
semestre. Tutti coloro che faranno domanda di ammissione saranno sottoposti
ad un test attitudinale e motivazionale. Si prevede di ammettere circa 50
studenti.
Sbocchi professionali Specialisti e manager di aziende che desiderano
realizzare e gestire nuovi business sull'Information and Communication
Tecnnology (ICT), o gestire i business tradizionali con le nuove tecnologie
(area e-business, e-commerce). Specialisti e manager di aziende del settore
dell'Ict quali produttori di hardware, software house, aziende di servizi di
telecomunicazione, società di servizi informatici, Informatio Service
Provider (Isp), società di consulenza. Progettisti di sistemi informativi e
di sistemi per la gestione della conoscenza. Knowledge manager in aziende
evolute.
Promotori del progetto La laurea in Net economy è stata voluta dal preside
di Economia, Enrico Zaninotto, e s'inserisce nel progetto informatica
dell'ateneo che il professor Fausto Giunchiglia - delegato del rettore per
l'informatica - ha steso. Lo staff del corso di laurea è composto dai
professori Pierfranco Camussone e Alessandro Zorat (probabile responsabile),
e dai ricercatori Paolo Bouquet, Luigi Colazzo, Loris Gaio, Luisa Mich.



Per (de)iscriversi spedire un messaggio con SOGGETTO
"subscribe" (o "unsubscribe") a mailto:dumbo-request@xxxxxxxxxxxxx  
HomePage/Archivio lista http://www.freelists.org/cgi-bin/list?list_id=dumbo

Other related posts: